Indietro
menu
lo chiede anche l'ANPI

Commenti razzisti. La maggioranza a Santarcangelo: Fiori si dimetta

In foto: il Consiglio Comunale di Santarcangelo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 12 dic 2022 15:28 ~ ultimo agg. 21:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Marco Fiori si dimetta dal consiglio comunale. Lo chiedono i capigruppo di maggioranza del Pd Paola Donini, di Più Santarcangelo Tiziano Corbelli e di PenSa – Una Mano per Santarcangelo Patrick Wild. Il capogruppo della Lega è nell’occhio del ciclone per i post a commento delle vittorie del Marocco e dei relativi festeggiamenti in particolare per l’espressione “Scimmie urlatrici” (vedi notizia).

“L’ipocrita post di scuse è arrivato puntuale, un tentativo di arrampicata sugli specchi che sa tanto di pezza quasi peggiore del buco. Anche perché, quello del capogruppo della Lega Nord Marco Fiori non può passare – come vorrebbe far credere lui – come uno scivolone superficiale. Le “prodezze” Facebook del rappresentante della Lega clementina sono state infatti tre nel giro di qualche giorno: frasi di un razzismo e una violenza verbale incredibile che lo rendono indegno del ruolo pubblico che ricopre in consiglio comunale e per cui, come forze di maggioranza, chiediamo le sue dimissioni”.

Nello specifico: “Al primo post in cui all’indomani della vittoria sulla Spagna ai Mondiali in Qatar rivolge il vergognoso epiteto “scimmie urlatrici” ai tifosi del Marocco in festa, ne è seguito un secondo subito dopo il successo sul Portogallo ai rigori negli stessi termini e, non pago, ci ha aggiunto anche un emoticon di applausi a commento di un intervento di un utente Facebook che auspicava a sua volta ancor più vergognosamente l’utilizzo di un’arma militare contro i tifosi festanti. Nei romanzi gialli si direbbe che tre indizi fanno una prova, nella realtà ribadiamo nuovamente che chi si esprime in questi termini è indegno a ricoprire un ruolo pubblico e deve dimettersi: Santarcangelo è terra di inclusione e civiltà e non si merita di avere nel proprio consiglio comunale Marco Fiori»

A chiedere le dimissioni è anche l’ANPI di Santarcangelo: “L’utilizzo di queste parole non è degno da parte di un rappresentante che ricopre una carica istituzionale come quella di un consigliere comunale e anche la locale sezione dell’Associazione Partigiani si unisce al coro di voci che ne chiede le dimissioni. Affermazioni del genere non sono tollerabili e auspichiamo che un atto come questo, di inaudita violenza verbale e psicologica, venga stigmatizzato e condannato e non cada nel vuoto così come accaduto con l’episodio del Sindaco di Pennabilli che mesi fa si era dichiarato fiero di essere una camicia nera. Nessuno spazio, nella nostra città e in questo Paese, per la xenofobia”.

Meteo Rimini
booked.net