Indietro
menu
"Risultato importante"

Tombanuova. Petrucci (Pd): infastidito da strumentalizzazione politica

In foto: Matteo Petrucci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 24 lug 2021 15:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere del Pd Matteo Petrucci interviene in merito alla delibera approvata nell’ultimo consiglio comunale per sbloccare le opere di urbanizzazione previste dal piano particolareggiato di Tombanuova, zona nella quale vive (vedi notizia). “Un risultato importante” commenta puntando però il dito su chi strumentalizza la questione a fini elettorali.

L’intervento di Matteo Petrucci

Con l’approvazione dell’apposita delibera, avvenuta nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, è stata superata la situazione che teneva bloccate le opere di urbanizzazione previste dal piano particolareggiato di Tombanuova.
Un risultato importante ed atteso che viene comunque centrato con grave ritardo rispetto al previsto, ma non a causa di negligenze da parte dell’amministrazione comunale. Infatti la questione riguardante Tombanuova è nota: il privato doveva realizzare le opere ma è stato inadempiente, il Comune ha incassato la fideiussione per completare dei lavori che però riguardavano terreni oggetto di ipoteca bancaria. Quindi era impossibile agire su di essi.
Ora è stata individuata una soluzione, attuata mediante esproprio, che permetterà al Comune di sostituirsi finalmente al privato concretizzando quanto previsto su carta.
In linea generale mi infastidisce, non poco, vedere come la questione inerente a Tombanuova venga strumentalizzata proprio a ridosso delle elezioni, nel bel mezzo della campagna elettorale. Prima di tutto perché in questi territori sono nato, cresciuto e vivo tuttora. E so bene che per le sofferenze progettuali delle periferie, in grado poi di tramutarsi in enormi disagi vissuti quotidianamente sulla propria pelle dai cittadini, sarebbe opportuno portare rispetto. Un rispetto che si palesa evitando di sporcare a fini politici tematiche importanti. Poi in quanto gettando nel calderone elettorale questioni così delicate si alimentano malesseri che esistono giustamente da troppo tempo.
Quando si è di fronte a situazioni simili la recita politica deve immediatamente lasciare spazio alla realtà dei fatti: a Rimini casistiche come quelle di Tombanuova si sono già verificate, e sono state tutte ugualmente difficili da superare. La volontà dell’amministrazione di chiudere la questione, nella maniera più efficace possibile, è stata secondo me chiara. Il tutto accogliendo le sagge osservazioni provenienti da cittadini.
Ora bisogna guardare avanti studiando per questa zona progetti in grado di aumentare la qualità della vita degli abitanti. In primis pensando di prolungare la pista ciclopedonale di Via Coriano, che ora termina al Villaggio San Martino, proprio fino a Tombanuova. Così facendo inoltre si porterebbe ai piedi della collina di San Lorenzo in Correggiano un altro collegamento ciclabile, considerato quello già presente su Via Montescudo. Una consistente porzione di territori periferici verrebbe così collegata al resto della città.
Infine, auspicando in tempi possibilmente brevi un potenziamento significativo del corpo di Polizia Locale, bisogna cominciare a progettare un mirato distaccamento della PL proprio a Tombanuova.
Servono idee e progetti. Non polemiche studiate per accendere, a fini esclusivamente politici, animi già segnati da acuti disagi.