Indietro
menu
Senza protocollo, niente incontro

Viabilità Valmarecchia. Santi ribatte al comitato

In foto: Riziero Santi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 16 mar 2021 17:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Senza il protocollo sottoscritto con i sindaci non ci sarebbe stato l’incontro di oggi con l’assessore regionale Corsini. Lo spiega il presidente della provincia Riziero Santi rispondendo al comitato Valmarecchia Futura che plaudiva in una nota alle indicazioni arrivate proprio dall’assessore (vedi notizia). Santi si chiede anche per quale motivo il comitato abbia voluto mantenere il riserbo sull’incontro avuto con la stessa provincia nelle settimane scorse.

Il Comitato Valmarecchia Futura – dichiara il presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santicomunica, legittimamente, ad ogni incontro che riguarda la viabilità della Valmarecchia, anche quando non è presente. Non ha comunicato invece quando ha incontrato la Provincia, ha anzi espresso un desiderio di riserbo che la Provincia ha mantenuto. L’incontro fra Provincia e Comitato c’è stato nelle settimane scorse, ma perché non dirlo? A non comunicarlo sembra che la Provincia non si rapporti col territorio e, in particolare, con il Comitato. Un incontro schietto, chiesto dalla Provincia e tenutosi in Provincia. Un incontro dove la Provincia ha rappresentato al Comitato la strategia che intende seguire con il Patto sottoscritto con tutti i sindaci. I rappresentanti del Comitato – prosegue il presidente – hanno avuto modo di esprimere la loro visione, senza tuttavia particolari ostilità verso il percorso avviato con l’accordo territoriale. Il Comitato ha anzi chiesto di essere consultato nella progettazione e la Provincia ha assicurato che questo potrà senz’altro avvenire al momento opportuno. Ora il Comitato, dopo l’incontro di questa mattina con la Regione, al quale erano presenti con il presidente della Provincia i sindaci del territorio, esulta per il fatto che la partita, con il contributo fattivo della Regione, passerà sul tavolo di Anas. E’ bene si sappia che senza l’accordo, senza il Protocollo che abbiamo sottoscritto, l’incontro con la Regione non ci sarebbe stato. Non si può dire tuttavia che in questo modo il risultato sia già conseguito, anzi. Ad Anas porteremo le ragioni del territorio e le priorità condivise con i Sindaci e inserite esaustivamente nell’accordo, e Anas risponderà facendo le proprie valutazioni di merito. Quindi, l’accordo e il percorso in esso indicato si mostrano efficaci e sono l’unica possibilità di portare a casa un risultato vero, equilibrato e concreto.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO