Indietro
menu
Prima di condanna definitiva

Ai domiciliari per violenza su nipotine, evade e fugge all'estero

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 13 dic 2020 12:34 ~ ultimo agg. 14 dic 08:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Al regime dei domiciliari, e nonostante le restrizioni per la pandemia, è riuscito a lasciare l’Italia. E, da quanto appreso dalle sue vittime, sarebbe tornato al suo paese di origine in Sudamerica. Protagonista della vicenda riportata oggi da Corriere Romagna e Resto del Carlino, e destinata a far discutere, é un 70enne condannato in primo e secondo grado per avere violentato le nipotine.

L’uomo due anni fa era stato arrestato dopo un’inchiesta dei Carabinieri di Riccione su richiesta del sostituto procuratore Davide Ercolani con l’accusa di violenze nei confronti delle cinque nipoti, all’epoca poco più che bambine, di cui era nonno e zio (vedi notizia).

L’uomo è stato condannato in primo grado a 8 anni di reclusione, pena confermata in appello. Dopo un primo periodo in carcere aveva ottenuto i domiciliari nella sua casa di Piacenza per motivi di salute; è evaso pochi giorni prima che la sentenza d’appello diventasse definitiva con il conseguente ritorno in carcere.