Indietro
menu
Le fatiche dell'Unione

Samorani e Stanchini su Unione: non è assenteismo ma scelta politica

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 24 lug 2020 14:45 ~ ultimo agg. 14:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nessun assenteismo ma una scelta politica in difesa dei cittadini e una coerente manifestazione di dissenso. Così i due consiglieri santarcangiolesi di minoranza dell’Unione Valmarecchia Domenico Samorani e Gabriele Stanchini, i giannizzeri“, rispondono alle accuse della maggioranza clementina (vedi notizia) “La decisione di non partecipare al consiglio dell’Unione dei Comuni della Valmarecchia ha le sue fondate radici politiche. Pacifica, ma netta!”

Così i due consiglieri spiegano la decisione

Anzitutto da circa un anno, in consiglio comunale a Santarcangelo, è stata approvata dalla maggioranza una proposta che propone la suddivisione dell’attuale Unione in due “sottogruppi” : Unione dei Comuni della Alta Valmarecchia e Unione dei Comuni della Bassa Valmarecchia. Questa decisione è già, di per sé, una ammissione di colpa e cioè il riconoscimento del fallimento dell’Unione, giudicata uno strumento pachidermico che non fa gli interessi dei cittadini. L’Unione dimezzata dal Comune di Santarcangelo come se dividere in due un progetto sbagliato potesse rimediare all’errore.  Comunque sia, come mai il comune di Santarcangelo non ha dato alcun seguito a questa divisione dell’Unione che anche noi abbiamo votato?

Samorani in particolare ricorda che uno dei punti della sua candidatura a Sindaco era l’uscita del Comune di Santarcangelo dall’Unione in favore di uno strumento alternativo e più congruo sugli interessi reali dei cittadini: le “convenzioni” tra singoli comuni. “Questa è la nostra proposta. Valorizzare i singoli territori creando sinergie per promuovere le unicità, i caratteri e le risorse già esistenti attraverso semplici ed efficaci convenzioni.Nel frattempo circa la metà dei Comuni della Valmarecchia sono usciti dall’Unione! L’unione purtroppo è diventata lo strumento politico della sinistra attraverso il quale perpetuare la sua egemonia  su tutta la vallata anche in quei comuni nei quali ha perso il potere. L’Unione è diventato lo strumento per allontanare i luoghi delle decisioni dai cittadiniDepotenziare lo strumento dell’Unione, per come lo hanno strutturato, significa servire i cittadini.

I due consiglieri si chiedono perchè “questa solerzia” sia riservata solo a loro due e non ad altri componenti della maggioranza, “seppure assente per anni”. “Vien da pensare che hanno difficoltà a mantenere il numero legale attraverso i loro stessi consiglieri. Crepe nella maggioranza?”

 

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Andrea Polazzi   
VIDEO