Indietro
menu
cattolica

Si alza il sipario del Teatro della Regina: 24 spettacoli dal 7 novembre

In foto: il manifesto firmato da Marco Morosini
il manifesto firmato da Marco Morosini
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
ven 22 set 2023 14:20 ~ ultimo agg. 23 set 09:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mani che gesticolano, che parlano, sono il simbolo che Marco Morosini ha voluto associare con il manifesto che ha firmato, alla nuova stagione teatrale di Cattolica: fatta di tanti sguardi e proposte diverse. 24 titoli  tra teatro della Regina e Salone Snaporaz, 5 pomeriggi dedicati a bambini e famiglie, due eventi speciali con orchestra. Un cartellone che ancora una volta è frutto di ricerca, di ascolto del pubblico e dei suoi desideri in una città dove il teatro è da anni un punto di forza dell’offerta culturale e si distingue anche per la sua inclusività con il progetto teatro no limits e i matinee per i ragazzi. Il sipario si alzerà il 7 novembre con la commedia di Eduardo De Filippo Uomo e Galantuomo

E’ davvero una stagione ricca quella che proponiamo – spiega Franca Foronchi, sindaca Cattolica -. Per Cattolica il teatro è fondamentale, non avevamo un teatro storico, lo abbiamo costruito e da anni portiamo avanti un’offerta di grandissima qualità“.

La proposta vuole raggiungere tutti: gli adulti, i ragazzi ma anche tante famiglie che ci hanno chiesto di programmare spettacoli la domenica. E poi l’attenzione ai ciechi, ipovedenti che grazie al progetto teatro no limits potranno gustarsi in audio tutti gli spettacoli di prosa, ma anche un balletto” aggiunge Federico Vaccarini, assessore alla cultura

Angela Finocchiaro, Federico Buffa, Emilio Solfrizzi, Alessio Boni e Iaia Forte, Massimiliano Gallo, Peppe Servillo sono solo alcuni dei protagonisti che andranno in scena, insieme ai grandi della danza come Sergio Bernal e pilastri della musica come i capolavori dei Beatles per la voce di Sarah Jane Morris. Tra le novità due eventi speciali con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini e le conversazioni con due degli intellettuali più amati dal pubblico: Paolo Crepet e Umberto Galimberti.

Grandi nomi della scena nazionale, ma anche alcune novità che siamo felici di ospitare a Cattolica: la grande prosa, ma anche il balletto, la musica dell’orchestra RossiniSimonetta Salvetti, direttrice Teatri di Cattolica.

Gli appuntamenti del cartellone 2023-2024 cominciano martedì 7 novembre con la commedia di Eduardo De Filippo Uomo e Galantuomo, la storia di una compagnia di attori disgraziati scritturati per una serie di recite in uno stabilimento balneare, che vede tra gli interpreti Geppy Gleijeses e Lorenzo Gleijeses.

Domenica 12 novembre è la prima delle date speciali: sul palcoscenico del Teatro della Regina ci sarà il seguitissimo psichiatra e sociologo Paolo Crepet con Prendetevi la luna, una lezione che è un invito a essere ambiziosi, a cercare la propria unicità e a non smettere di sognare.

Si prosegue martedì 21 novembre con un altro volto molto noto al grande pubblico come Federico Buffa, che con il suo inconfondibile registro narrativo racconterà al pubblico La milonga del fùtbol, le imprese di Renato Cesarini, Omar Sivori, Diego Armando Maradona, storie potenti, intrise di romanticismo e italianità.

Giovedì 30 novembre si alza il sipario del Salone Snaporaz con una tappa della rassegna Biglia – palchi in pista che presenta la sonorizzazione dal vivo di Torso Virile Colossale, il nuovo e originale progetto musicale di Alessandro Grazian dedicato al cinema peplum italiano anni ’50 e ‘60, ovvero l’epopea di “spada e sandaloni” tipica di quegli anni.

Sabato 16 dicembre si torna al Teatro della Regina con The Opera Locos, lo show della compagnia spagnola Yllana vincitore del Premio Max 2019 come miglior spettacolo musicale, che rivisita con umorismo e stravaganza le arie più celebri dell’opera lirica.

È così che tutto comincia è il titolo in scena al Salone Snaporaz martedì 19 dicembre, un progetto di e con Mariangela Granelli e Fabrizio Montecchi che parte dal testo di Jean-Luc Lagarce Le regole del saper vivere nella società moderna, un cinico e allo stesso tempo ironico manuale di comportamento.

Il 2023 chiude venerdì 29 dicembre con un grande classico del Natale come Lo schiaccianoci: la compagnia Il Balletto di Milano torna a Cattolica con una rivisitazione originale di una delle opere più famose della storia della danza classica.

Il nuovo anno comincia al Salone Snaporaz martedì 9 gennaio con I Greci, gente seria! Come i danzatori, l’ultimo lavoro dei Quotidianacom, Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti” 2022, e prosegue sempre allo Snaporaz giovedì 18 gennaio con Al caffè del teatro della compagnia Il Dirigibile, un appuntamento nell’ambito della rassegna Teatro e salute mentale.

Andavo ai 100 all’ora è il titolo che a grande richiesta Paolo Cevoli porta di nuovo al Regina, venerdì 19 gennaio, dopo l’immediato sold out della scorsa stagione, un monologo in cui il comico romagnolo immagina di raccontare ai figli dei suoi figli com’era la vita quando lui era un bambino.

Emilio Solfrizzi Carlotta Natoli mercoledì 31 gennaio sono i protagonisti di L’anatra all’arancia, un classico feuilleton che è un cult del teatro comico e vanta anche una famosa versione cinematografica.

Giovedì 1° febbraio il Salone Snaporaz vede sul palco Silvio Castiglioni con Il silenzio di Dio, un lavoro tratto dal racconto Casa d’altri di Silvio D’Arzo e da Domani ti farò bruciare, invettiva da I fratelli Karamazov, il capolavoro di Fëdor Dostoevskij.

Domenica 11 febbraio il Teatro della Regina ospita il primo dei due eventi speciali con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini. L’orchestra, con la partecipazione straordinaria del direttore Beatrice Venezi, condurrà il pubblico in un viaggio musicale tra ‘700 e ‘800, da Beethoven a Rossini e a Paganini.

Alessio Boni e Iaia Forte giovedì 15 febbraio sono tra i protagonisti di Iliade. Il gioco degli dèi, una messa in scena liberamente ispirata all’opera di Omero per specchiarsi nei miti più antichi della poesia occidentale e nella guerra di tutte le guerre.

Un altro classico è in programma la settimana dopo, mercoledì 21 febbraio, e si tratta della tragedia di Euripide le Supplici, per la regia di Serena Sinigaglia, in cui si affronta il parallelismo con la nostra epoca e il paradosso delle guerre.

L’io e il noi. Il primato della relazione è il titolo della seconda conversazione in programma nel corso della stagione dopo l’incontro con Paolo Crepet. Giovedì 29 febbraio sarà il filosofo e psicoanalista Umberto Galimberti a riflettere intorno alle relazioni umane e all’amore.

Si torna alla prosa mercoledì 6 marzo con Angela Finocchiaro e Il calamaro gigante, una storia tratta dall’omonimo romanzo di Fabio Genovesi che racconta di vite sconosciute legate dall’aver creduto all’esistenza di un animale considerato una leggenda.

Giovedì 14 marzo arriva allo Snaporaz la danza contemporanea grazie alla rassegna E’ bal: la coreografa Ambra Senatore, direttrice del Centro Coreografico Nazionale di Nantes, presenta un lavoro in fieri che si intitola In cammino.

La sera dopo, venerdì 15 marzo, saranno gli irresistibili e geniali Oblivion a salire sul palco del Regina con Tuttorial. Guida contromano alla contemporaneità: dalle tendenze musicali del momento, alle serie tv fino alla politica e all’attualità, esilaranti connessioni musicali che ogni volta compongono uno show esilarante e memorabile.

È la musica con la emme maiuscola la protagonista della serata di venerdì 22 marzo: la splendida intensa voce di Sarah Jane Morris e le note del Solis String Quartet interpretano All you need is love, un omaggio ai Beatles che è una rilettura fuori dall’ordinario, che sfiora il jazz e il blues, per un racconto di coinvolgente originalità.

Subito dopo la grande musica, mercoledì 27 marzo, arriva la grande danza con Sergio Bernal. Già primo ballerino del Balletto Nazionale di Spagna, Bernal è una star del balletto classico e del classico spagnolo: Il suo spettacolo, Una noche con Sergio Bernal, è ispirato alla cultura iberica e allo spirito gitano, tra assoli vertiginosi e raffinati pas de deux e pas de trois e un’inedita versione del Bolero di Ravel.

Domenica 7 aprile si prosegue con la musica, il tributo a Moulin Rouge dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini diretta da Daniele Rossi, un progetto dedicato all’iconico teatro parigino tra melodie, canto e danza.

Martedì 9 aprile la musica lascia spazio alla prosa per lo spettacolo Amanti, con Massimiliano Gallo: volto notissimo del grande schermo e della tv, porta in scena la commedia scritta e diretta da Ivan Cotroneo, una storia di incontri clandestini, verità e menzogne che due amanti raccontano contemporaneamente alla stessa analista e ai rispettivi partner.

La stagione teatrale 2023-2024 chiude giovedì 18 aprile al Salone Snaporaz sulle parole e note di Il resto della settimana, con Peppe Servillo e Cristiano Califano, spettacolo tratto da un racconto di Maurizio de Giovanni che narra di calcio e di vita.

Sempre rilevante nella programmazione lo spazio riservato ai più giovani, sia con i matinée per i ragazzi che con le domenicali dedicate alle famiglie e ai bambini: sono aumentati e diventati 5 gli appuntamenti del pomeriggio ed è confermata la rassegna Sciroppo di teatro, il progetto promosso da ATER Fondazione, in rete con gli assessorati alla cultura, al welfare e alla sanità della Regione Emilia-Romagna, che porta i più piccoli a teatro con la “ricetta” del pediatra.