Indietro
menu
a cattolica

Mini appartamenti per anziani all'ultimo piano della RSA Vici-Giovannini

In foto: RSA Vici-Giovannini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 28 lug 2023 14:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Mini appartamenti per anziani all’ultimo piano della RSA Vici-Giovannini di Cattolica, da tempo inutilizzati. Si tratta di un progetto di co-housing che ha ottenuto 452mila euro dal PNRR. Il progetto, che ha avuto l’approvazione della giunta, permetterà di realizzare otto moduli abitativi autonomi, con camera, bagno e piccolo angolo cottura. All’interno del piano verrà assicurato anche uno spazio comune per attività di socializzazione, impianti di domotica e servizi di teleassistenza. L’obiettivo è terminare i lavori entro il 2024: prossima tappa sarà la ricerca tramite bando di operatori economici per la progettazione e la successiva esecuzione dei lavori.

L’Accordo approvato è in collaborazione con il Comune di Rimini, Riccione e l’ASP Vallonimarecchia e rientra nella Missione 5 “Inclusione e coesione” del PNRR.

Dopo la notizia dell’assegnazione del finanziamento – commenta l’Assessore alle Politiche Socio-sanitarie Nicola Romeoabbiamo proceduto con rapidità alla stipula di questa convenzione perché vogliamo arrivare il prima possibile al termine di questo progetto di co-housing, volto alla prevenzione dell’istituzionalizzazione degli anziani non autosufficienti, che verrà realizzato in una parte della RSA non utilizzata da tempo. Alloggiando all’interno del nuovo centro residenziale potranno giovare di tutta una serie di servizi e assistenza che ne miglioreranno la qualità di vita. Al momento non ci sono altre esperienze di questo tipo all’interno del nostro distretto e questo ci fa ritenere possa rappresentare da stimolo per altre realtà territoriali a noi vicine”.

L’assessore Romeo e tutti gli uffici di Palazzo Mancini – dichiara la Sindaca Franca Foronchistanno portando a compimento un progetto che, andandosi ad integrare con altri in via di definizione, creerà un valore aggiunto per i nostri servizi sanitari locali, portando un vero potenziamento di quanto già presente. Non è il primo progetto che viene finanziato dal PNRR, ricordo la ricostruzione della Scuola Repubblica, il miglioramento sismico della Scuola Carpignola, l’efficientamento energetico del Teatro e l’ammodernamento del servizi informatici del Comune per citarne alcuni, questo dimostra la professionalità dei nostri uffici e la caparbietà della nostra Amministrazione nell’intercettare fondi per la nostra città”.