Indietro
menu
tra Cesena e Rimini

Per il 40° Macfrut anteprima con Mattarella e inaugurazione con Lollobrigida

In foto: il Macfrut 2022
il Macfrut 2022
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 30 apr 2023 12:39 ~ ultimo agg. 14:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Martedì 2 maggio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà ospite nella città di Cesena per festeggiare i 40 anni della fiera internazionale dell’ortofrutta organizzata da Cesena Fiera. In piazza della Libertà sarà allestita un’anteprima della fiera insieme alle imprese della filiera ortofrutticola e del settore avicolo del territorio. In tutto 15 stand dedicati alle eccellenze dell’agrifood che il Capo dello Stato visiterà alle ore 11 prima di dirigersi al Teatro Bonci.

Nella giornata successiva, mercoledì 3 maggio al Rimini Expo Centre (ore 9.30-18), prende il via l’edizione numero 40 di Macfrut, in contemporanea a Fieravicola. Ad inaugurarla alle ore 11 sarà il Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida, alla presenza di Renzo Piraccini Presidente Macfrut, Ettore Prandini Presidente Nazionale Coldiretti, Cristiano Fini Presidente Nazionale CIA Agricoltori Italiani, Massimiliano Giansanti Presidente Nazionale Confagricoltura, Gian Luca Gallo Assessore Agricoltura Regione Calabria, Stefano Bonaccini Presidente Regione Emilia-Romagna e Matteo Zoppas Presidente di Agenzia Ice, il Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Maria Tripodi. A presentare l’evento sarà Simona Ventura.

Il 40° Macfrut coprirà 60mila metri quadrati di superficie della fiera, pari a +35% rispetto allo scorso anno (due padiglioni in più), e addirittura +200% rispetto a otto anni fa. E ancora, in crescita gli espositori esteri (+50%) tanto da rappresentare il 38% del totale, a cui si aggiungono 1500 top buyer internazionali. A rendere unico l’evento troviamo un centinaio di appuntamenti nel corso dei tre giorni, i Saloni tematici sulle principali tematiche del settore (Biosolutions, International Blueberry Days, Spezie ed Erbe Officinali, Pomodoro, Vivaismo), un doppio campo prova con le novità tecniche e tecnologiche del settore, la Calabria Regione partner.

Grandi presenze arrivano in ambito internazionale con il Sud America area partner protagonista in un intero padiglione, la prima volta del Messico e dell’Arabia Saudita, un maxi stand dell’Egitto con 22 aziende, un padiglione dedicato all’Africa con 19 Paesi e il ritorno della Cina con 32 aziende prima volta a una fiera agroalimentare dopo il Covid.

Al centro di tutto è il settore ortofrutticolo, eccellenza del made in Italy per la forza della sua filiera, tanto da rappresentare un quarto della produzione agricola nazionale (1,2 milioni di ettari coltivati) e coinvolgere 300 mila aziende. Nel 2022 l’Italia ha prodotto circa 25 milioni di tonnellate di prodotti ortofrutticoli per un valore della produzione ortofrutticola di circa 15 miliardi di euro. Le esportazioni nel 2022 hanno superato i 10 miliardi di euro (freschi e trasformati) con un saldo della bilancia commerciale di +2.762 milioni di euro, in un dato destinato a essere triplicato se si considerasse l’intera filiera.