Indietro
menu
Manovra nel mirino

Croatti (M5S): tra voucher, contanti e reddito Riviera penalizzata

In foto: Croatti negli studi di icaro TV
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 1 dic 2022 19:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tra lo stop al reddito di cittadinanza, le scelte sui voucher e la questione del contante, tutte misure che “penalizzano la riviera romagnola e il suo tessuto economico sano, assecondando chi sfrutterà l’illegalità per essere più competitivo“, è “già evidente a tutti quale sia la missione di questo governo: togliere ai poveri e agli imprenditori onesti per dare a furbi ed evasori“. E’ l’accusa del senatore del M5s, Marco Croatti. La Riviera, dice infatti, “vive stagioni molto complicate, le nostre piccole imprese devono essere sostenute per consentir loro di pensare al futuro e vanno altresì protette dalle mire predatorie di associazioni criminali che vogliono infiltrarsi nel nostro fragile sistema economico”. E invece “si sceglie di cancellare il reddito di cittadinanza in una guerra vergognosa contro i poveri” e reintrodurre i voucher “dietro a cui mascherare lo sfruttamento legalizzato del lavoro“. Intanto, “si alza il tetto al contante e si promettono sanatorie fiscali per aiutare gli evasori“. Sui voucher Croatti fa poi notare “l’assurdità di una scelta compiuta proprio quando l’Istat certifica, in queste ore, come il tasso di occupazione sia salito al 60,5% record dal 1977 con 496.000 occupati in più su base annua e con 82.000 occupati in più a settembre su base mensile“. Per il senatore grillino, dunque, “la manovra del governo Meloni va nella direzione sbagliata, contro gli interessi del Paese, delle imprese e delle famiglie e il M5S si batterà duramente in Parlamento“.

Meteo Rimini
booked.net