Indietro
menu
Gli eventi su cui puntare

Visit Romagna approva le linee guida: definita la data della Notte Rosa 2023

In foto: i fuochi d'artificio per la Notte Rosa 22 - Photo PETRANGELI
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 4 nov 2022 15:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’Assemblea dei Soci di Visit Romagna, presieduta dal sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, ha approvato all’unanimità il Programma annuale delle attività turistiche per il 2023 e le Linee strategiche e programmatiche per la promo-commercializzazione e la programmazione turistica locale. Definita anche la data della prossima Notte Rosa, la 18esima, che si svolgerà dal 7 al 9 luglio. Novità per gli eventi del Natale, è stato infatti deciso di uniformare la data di accensione delle luminarie in tutti i comuni coinvolti: il weekend del 3 dicembre (con attenzione anche ai consumi energetici).

Il 2022 ha visto la ripresa dei grandi eventi di piazza senza limitazioni, di fiere e congressi, il ritorno del turismo balneare e culturale proveniente dall’estero” ha dichiarato il Presidente Sadegholvaad, che ha poi aggiunto: “L’idea per il 2023 è quello di proseguire nella direzione di valorizzare ulteriormente i grandi eventi e gli eventi di sistema, come pure le cosiddette ‘experience’ legate al food, allo sport, alla musica, al ballo. La linea decisa dall’Assemblea è stata quella di programmare per tempo anche la data della prossima Notte Rosa che si terrà il weekend del 7 – 9 luglio 2023”. Facendo una sintesi tra le richieste degli operatori delle diverse aree della Romagna, gli enti locali e le linee guida della Regione, è stato aggiornato il Programma annuale delle attività turistiche del 2023 puntando sul rafforzamento dell’offerta e l’unione di prodotti turistici tradizionali con proposte innovative e di forte appeal. Prevista un’attività di irrobustimento della brand identity territoriale e di valorizzazione degli eventi con una campagna di comunicazione aperta a diversa media: tv, radio, digitale e web in generale. Tra i punti strategici anche la qualificazione dell’offerta coordinata dei territori; l’integrazione del prodotto in un’ottica di area vasta; il miglioramento e l’innovazione degli strumenti di comunicazione e di promo-commercializzazione.

I turisti di oggi – ha proseguito il Presidente Sadegholvaad – non sono più spinti solo da un desiderio di svago, ma sempre più si registra una tendenza a ricercare nel viaggio un desiderio di conoscenza, di apprendimento, di novità, ossia di una ‘esperienza’. Sarà la valenza immateriale legata alla sfera delle emozioni quella su cui si tenderà a lavorare per rispondere a questa nuova esigenza”. Enogastronomia, italian life style, itinerari tematici rappresentano, ad esempio, nuove narrazioni con grandi potenzialità di sviluppo del prodotto. L’azione di Visit Romagna si incentrerà inoltre sulle comunità legate da passioni comuni (sport, cultura, sociale, etc.), come pure sul tema della “vacanza slow” connessa a quei target sensibili ai valori del rispetto ambientale e della mobilità lenta. Resta sempre come punto ferma il turismo balneare, in particolare nel racconto dell’innovazione di prodotto e di tutti gli aspetti legati al mare.”

La spesa in programma per la promo-commercializzazione 2023 è di euro 2.855.500; quella del programma turistico di promozione locale è di euro 3.231.000 per un totale complessivo di 6.086.500.

Particolare riguardo verrà dato, come sempre, alla valorizzazione degli eventi. Di particolare attenzione per Visit Romagna restano la Notte Rosa, Natale e Capodanno, la MotoGP e gli eventi collaterali, il Giro d’Italia, Castelli Aperti, le Giornate Verdi, Monasteri Aperti, il calendario dei raduni delle Vele al terzo.

L’Assemblea si è conclusa con la nomina di Bruno Biserni (attuale Presidente del GAL L’Altra Romagna) quale “Invitato permanente in cabina di regia di Destinazione Turistica Romagna”, ossia membro uditore, in rappresentanza dei tre Gruppi di Azione Locale della Romagna.