Indietro
menu
il resoconto intermedio

Per Ieg un terzo trimestre "lanciato": 50,8 milioni di ricavi per eventi ospitati

In foto: la fiera di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 18 nov 2022 18:05 ~ ultimo agg. 19 nov 10:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il 2022 si conferma l’anno della ripartenza post covid per la Fiera di Rimini. E’ quanto emerge dai dati contenuti nel resoconto intermedio di gestione di Ieg al 30 settembre. I ricavi del Gruppo si attestano a 106,1 milioni di euro, in aumento di 63,6 milioni rispetto allo stesso periodo del 2021. L’EBITDA raggiunge i 4,6 milioni di euro, in aumento di 7,1 milioni di euro. L’EBIT negativo chiude a -8,4 milioni, in miglioramento di 8,3 milioni rispetto al risultato registrato nel medesimo periodo dell’esercizio precedente. Il risultato del periodo del Gruppo riporta una perdita di 8,9 milioni di euro, in recupero rispetto alla perdita di 19,1 milioni del medesimo periodo 2021. La Posizione Finanziaria Netta si attesta invece a 108,1 milioni di euro. Nel terzo trimestre dell’anno i risultati si avvicinano a quelli del 2019: i ricavi ammontano a 50,8 milioni, in crescita di 38,3. Positive anche le performance degli Eventi Ospitati che hanno conseguito risultati superiori anche gli anni pre-pandemici, generando ricavi per 3,2 milioni di euro. Oltre a Macfrut ed Expodental, si sono svolti nuovi eventi, tra cui si citano “Focus on PCB” e “YED” presso Fiera di Vicenza e “We Make Future” presso Rimini Fiera.
Gli Eventi Congressuali al 30 settembre registrano ricavi pari a 9 milioni di euro, mostrando un incremento di 5,7 milioni di euro. I ricavi dei primi nove mesi 2022 imputabili ai Servizi correlati ammontano a 40,9 milioni, in aumento di 29,3 milioni rispetto a quelli del precedente esercizio. Superiore alle aspettative il volume d’affari per quanto concerne i servizi di allestimento e di ristorazione che, oltre a beneficiare della ripresa delle attività fieristico congressuale dei quartieri serviti, hanno presentato volumi in crescita anche per le altre attività svolte in altre location (stadi, mense, circuiti automobilistici, punti ristoro).

Eventi successivi alla chiusura del trimestre

Il 5 ottobre, la Capogruppo ha finalizzato l’acquisto dell’ulteriore 50% di capitale detenuto da VNU Exhibitions Asia in Eagle, società costituita in Joint Venture con il partner olandese nel 2018 ed oggi base esclusiva del Gruppo per lo sviluppo dell’attività fieristica in Cina.
l’11 ottobre è stata perfezionata l’acquisizione di una quota pari al 50% di Italian German Exhibition Company S.r.l. – IGECo S.r.l., dalla società cedente Hannover Fairs International GmbH, attraverso una joint venture con Deutsche Messe AG (DMAG). A seguito dell’operazione, IEG e DMAG partecipano pariteticamente in Italian German Exhibition Company S.r.l. – IGECo S.r.l. controllando congiuntamente le società Hannover FAIRS (Canada) Inc. (con sede a Ottawa), Hannover FAIRS USA, Inc. (con sede a Springfield) e Hannover FAIRS Mexico S.A. de C.V. (con sede a León).
A novembre si è concluso il processo per la costituzione di IEG Asia LLC, società con sede a Singapore e il cui capitale è detenuto interamente dalla Capogruppo. La controllata si prefigge l’obiettivo di sviluppare nuovi progetti nella regione ASEAN e di agevolare l’attività di incoming da questa area geografica verso le manifestazioni del portafoglio di IEG. È tuttora in corso il processo per la finalizzazione dell’acquisizione da Cems-Conference & Exhibition Management Services di due manifestazioni fieristiche
dei segmenti luxury e food, ovvero Sije – Singapore International Jewelry Expo e di Cafè Asia, Sweet and Bakes Asia, Restaurant Asia.
Il 14 novembre 2022 la Società ha annunciato la nomina della dott.ssa Teresa Schiavina quale nuovo Group Chief Financial Officer del Gruppo. Il Consiglio di Amministrazione in data 18 novembre 2022, acquisito il parere del Collegio Sindacale, ne ha altresì ha approvato la nomina ai sensi e per gli effetti dell’art. 154-bis
del TUF quale Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili e societari.

Evoluzione prevedibile della gestione

Gli eventi organizzati nella prima parte del quarto trimestre dell’anno confermano la ripresa del settore fieristico e congressuale dopo la pandemia. Se nel terzo trimestre si erano intravisti risultati comparabili ai livelli pre-pandemici in termini di visitazione, gli eventi organizzati nel quarto trimestre stanno dando segnali preliminari di performance economica superiori alle ultime edizioni svolte prima della pandemia, con un conseguente impatto positivo anche sulla
linea dei Servizi Correlati.
In particolare, dal 12 al 14 ottobre si sono svolte in contemporanea presso il quartiere fieristico riminese TTG – Travel Experience, Sia – Hospitality Design, Sun – Beach&Otudoor Style, IBE – Intermobility Bus Expo e Superfaces. Le manifestazioni hanno complessivamente occupato tutto il quartiere fieristico e ottenuto
performance molto soddisfacenti sotto tutti gli indicatori chiave che caratterizzano un evento di successo.
Ecomondo e Key Energy, tenutesi dall’8 all’11 novembre presso Rimini Fiera, hanno raggiunto risultati record in termini di volume di metri quadri venduti e visitatori, beneficiano del trend di settore in grande espansione.
Annunciato anche lo spin-off di KEY: the new Key Energy, che vedrà il primo appuntamento a Marzo 2023.
Positive anche le performance del settore congressuale, dove i maggiori convegni aventi natura pluriennale mostrano un trend simile a quello fieristico, tornando o in alcuni casi superando i volumi prepandemici. Il risultato conseguito nei primi nove mesi nonché i risultati preliminari degli eventi già svolti nel quarto
trimestre dell’anno, consentono di confermare per l’esercizio in corso il pieno raggiungimento degli obiettivi strategici, con previsioni di crescita del fatturato superiori ai target, mantenendo per l’esercizio 2022 una marginalità operativa sostanzialmente in linea con le previsioni del Piano Industriale, nonostante le incertezze del contesto macroeconomico e socio-politico.