Indietro
menu
L'ex sindaco

Il ricordo di Daniele Imola: "grazie Massimo per averci insegnato a donarsi"

In foto: l'ex sindaco Imola
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 8 ott 2022 14:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tra le tante manifestazioni di affetto e cordoglio nei confronti delle vittime dell’incidente avvenuto venerdì sulla A4, c’è quello dell’ex sindaco di Riccione Daniele Imola dedicato all’amico Massimo Pironi (vedi notizia).

Non è possibile – scrive – capire come un momento di gioia così intenso in un attimo si possa trasformare in una tragedia, enorme, insopportabile.
Per Francesca, Rossella, Maria, Valentina e Alfredo, i ragazzi del centro 21 quel viaggio era una ulteriore conquista di libertà, di gioia, di amicizia, di amore. Per Massimo e Romina era una ragione di vita da condividere.
Con Massimo, Valeriano e Masini ci siamo conosciuti nel 1975 animati dalla passione per la politica.
Massimo era il più giovane ma già molto impegnato e determinato.
Sin dai primi tempi, la sua passione per i problemi sociali è stata al centro del suo impegno politico.
Anzi, ha proprio scelto l’impegno politico e amministrativo proprio per poter dare un contributo alla soluzione di tanti problemi sociali.
All’inizio in particolare si era impegnato sui tanti problemi della scuola, sulla necessità di garantire a tutti il diritto all’istruzione e ad una scuola veramente formativa.
Poi le sue battaglie, sempre senza urlare ma con una tenacia inarrestabile per ampliare i servizi educativi soprattutto per i bambini nella nostra città. Una battaglia che è riuscito a portare anche in provincia e in regione dove per un lungo periodo si sono affidati alla sua passione per la scuola per affiancare l’assessore gravemente malata.
La passione per lo sport che lo ha visto sempre in prima fila sia negli impegni amministrativi sia nella polisportiva ma anche lì con lo spirito sociale che lo animava.
Più attento alla parte formativa dello sport che a quella agonistica.
Proprio questa passione per i problemi sociali e della scuola ha caratterizzato tutto il suo mandato da sindaco che si è concluso proprio con la realizzazione della sede del centro 21 e della scuola Geo Cenci.
In questi ultimi anni tutta la sua passione sociale era rivolta a quei ragazzi down che ora lo stanno accompagnando nel loro ultimo viaggio.
Grazie Massimo per averci insegnato a donarsi grazie per le tante lezioni di condivisione, di amore per chi è meno fortunato.
“Condividere non è mai facile ma porta dei risultati straordinari in primo luogo a noi stessi” (Massimo Pironi)
Porterò per sempre con me questo tuo ultimo messaggio.
Vorrei infine inviare un abbraccio fortissimo a tutte le famiglie distrutte da questa tragedia e anche a Daniela Angelini che sta affrontando il compito più difficile che può capitare ad un sindaco.
Vorrei lanciare un appello a tutti i Riccionesi, stringiamoci tutti facciamo sentire tutto il nostro affetto a queste famiglie. Chiediamo anche ai tanti tantissimi che amano la nostra città e a cui abbiamo sempre donato tutto noi stessi per farvi trascorrere giornate felici a tutti voi diciamo, oggi Riccione, piegata da questa tragedia, ha bisogno di voi ha bisogno di sentire il vostro affetto” conclude Daniele Imola.