Indietro
menu
Azione e Italia Viva

Elezioni. Il terzo polo punta sugli avvocati Petrillo e Leardini

In foto: Petrillo e Leardini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 22 ago 2022 12:04 ~ ultimo agg. 18:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche Azione e Italia Viva, il cosiddetto terzo polo, rende noti le liste dei candidati in vista delle elezioni politiche del 25 settembre. I nomi del territorio compaiono in particolare nei collegi uninominali. L’avvocato Alessandro Petrillo sarà candidato alla Camera mentre Elena Leardini, avvocato di Cattolica, al Senato (nel collegio che tocca Rimini Forlì e Cesena).

Nel collegio plurinominale del Senato Emilia-Romagna P02 (Emilia orientale e Romagna), capolista è lo stesso leader di Azione Carlo Calenda, seguito da Lisa Noja, dall’ex sindaco di Parma Federico Pizzarotti (che però proprio oggi, a sorpresa, ha fatto un passo indietro ritirando la candidatura) e da Silvia Kranz.

Nel collegio plurinominale della Camera Emilia-Romagna – P03 (Romagna e Ferrara), capolista è Matteo Richetti di Azione davanti alla cervese Emma Fattorini, all’assessore repubblicano di Cesena Luca Ferrini e ad Alessandra Cusumani.

L’avv. Elena Leardini è referente del Gruppo di Cattolica in
Azione mentre l’avv. Alessandro Francesco Petrillo è
membro di Azione dalla prima ora.

La Segreteria Provinciale di Azione esprime “grande soddisfazione per la scelta dei due candidati, persone serie, credibili e competenti, avvenuta grazie alla proficua collaborazione di tutti i territori e della Segreteria Regionale e Nazionale in collaborazione con Italia Viva“.
Accetto questa candidatura – commenta Leardini consapevole della responsabilità sociale che mi assumo nei confronti delle persone che, ogni giorno, vivono una quotidianità sempre più complessa e che si aspettano dalla Politica risposte concrete ed efficaci. Ringrazio per la fiducia accordatami Carlo Calenda e tutti coloro i quali stanno lavorando duramente ad un progetto esperto, maturo, ma altresì aperto a visioni giovani e più al passo con i tempi. Mi impegno a proseguire lungo la linea tracciata, per un Paese che, ne sono convinta, merita ogni nostro singolo sforzo.
Ringrazio “Azione” e Carlo Calenda – spiega Petrilloper la fiducia che ha inteso riporre in me, chiamandomi a questa impegnativa sfida. Sono lusingato ed emozionato. È una grande responsabilità che spero di onorare degnamente nell’interesse del mio meraviglioso territorio e del nostro amato Paese. Confido di essere degno interprete dei valori e dei principi della Unione delle Camere Penali a cui si ispira la mia fede e la mia battaglia per la Giusta Giustizia.