Indietro
menu
Passaggio di consegne

Filippo Ricci è il nuovo presidente del Rotary Club Riccione-Cattolica

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 1 lug 2022 21:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Filippo Ricci è il nuovo presidente del Rotary Club Riccione-Cattolica. Il passaggio di consegne tra il presidente uscente Francesco Garofalo e il successore, mentre il vicepresidente è Stefano Bizzocchi, è avvenuto ieri (giovedì 30 giugno) nella serata svoltasi al ristorante “Il mulino” di Misano Adriatico.

“Il Rotary è un club che racchiude figure apicali nell’ambito imprenditoriale locale e delle professioni – ha commentato il neo presidente – per me è quindi un grande onore e anche un onere presiedere un club di questa portata, che implica impegni importanti, che si vanno a sommare a quelli della professione che esercito da trent’anni. Cercherò di portare a termine il compito affidatomi, con lo zelo e l’impegno che ho sempre profuso nelle mie attività”.

Ricci, dottore commercialista con studio a Cattolica, nel suo discorso di insediamento ha sottolineato i valori ispiratori del Rotary, in primis il servizio svolto a favore della comunità, rimarcando inoltre la necessità di rodare al meglio la macchina organizzativa del club, adattandola ai sempre più incessanti ritmi moderni: “Il Rotary è stato costituito ai primi del Novecento, con delle regole figlie di quel tempo. Quindi è giusto oliare ogni meccanismo e adattarlo ai mutati tempi che viviamo”.

La serata a “Il mulino” è stata occasione per tracciare un bilancio dell’annata del Rotary Club, contraddistinta dalla ricostruzione del Rotaract (Club dei Giovani Rotariani) e da progetti umanitari e di carattere storico artistico da sviluppare sul territorio.
“Cercherò di adoperarmi per portare a termine i Services che abbiamo programmato con il direttivo – ha spiegato il neo presidente – e in particolare un’iniziativa di carattere multimediale a favore del reparto di oncologia pediatrica dell’ospedale “Infermi” di Rimini, in sinergia con lo Ior”.

Nel dettaglio, si tratta di “un’applicazione per tablet e smartphone pensata per i più piccoli: grazie ad essa
potranno conoscere, con un linguaggio adattato a loro, la struttura in cui entreranno e gli operatori che li affiancheranno nel percorso di cura”.