Indietro
menu
Designato dall'Upi

Riziero Santi nel tavolo nazionale su politiche turistiche e Pnrr

In foto: Riziero Santi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 6 mag 2022 16:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santi, è stato designato dall’Unione delle Province Italiane (UPI) quale suo rappresentante al Tavolo nazionale delle politiche turistiche e PNRR, costituito dal Ministero del Turismo.

Accolgo con soddisfazione e orgoglio questa designazione – dichiara il presidente della Provincia Riziero Santi – e ringrazio per la fiducia UPI, e in particolare il suo presidente, Michele De Pascale, che mi ha indicato per questo importante ruolo. Come noto, le Province hanno perduto le competenze in materia turistica con la riforma del 2014, ma è evidente che una rappresentanza di area vasta in questo tavolo che il ministro Garavaglia ha istituito, una voce che parli per tutti, piccoli Comuni inclusi soprattutto, si rende assolutamente necessaria e in tal senso la Provincia, che come mi piace dire è la Casa dei Comuni, è senza dubbio il soggetto più pertinente per la sua natura istituzionale e per la sua autorevolezza. Che poi sia stato designato a questo tavolo il presidente di una Provincia come è quella di Rimini, la cui vocazione turistica è riconosciuta in tutto il mondo, ha un significato evidente, che se da un lato conferma l’importanza dello strumento voluto dal ministro, dall’altro attribuisce alla Provincia di Rimini, e a me che la rappresento, una grandissima responsabilità. Ci sono 2,4 miliardi di euro destinati ai progetti di investimento nella missione ‘Turismo e Cultura’ del PNRR. Con questi investimenti dobbiamo accrescere la capacità competitiva delle nostre imprese e promuovere un’offerta turistica che si fondi sempre più sulla sostenibilità ambientale, sull’innovazione e sulla digitalizzazione dei servizi. Abbiamo la possibilità di migliorare le nostre strutture ricettive e tutti i servizi collegati, di sostenere il credito e gli incentivi fiscali del comparto turistico, a beneficio delle nostre piccole e medie imprese. Sono i temi e le strategie che abbiamo condiviso con il sistema territoriale nel Patto per il Lavoro e per il Clima e, con quello steso spirito di ascolto, collaborazione e concretezza, dobbiamo cogliere questa grande opportunità e io mi metto da subito al servizio del territorio.