Indietro
menu
verso le elezioni

Conte a Riccione lancia Daniela Angelini: "Con lei una rivoluzione gentile"

In foto: Foto di gruppo per Giuseppe Conte a Riccione
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 26 mag 2022 19:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Visita a Riccione giovedì mattina per il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, arrivato in Riviera per sostenere la candidatura a sindaco di Daniela Angelini della coalizione di centrosinistra.

Una passeggiata sul lungomare, accompagnato dal senatore Marco Croatti, dalla consigliera Daniela Ruggeri, dal referente territoriale Daniele Tomassini e, ovviamente, dalla candidata sindaca Angelini. Poi l’approdo nel “meraviglioso viale Ceccarini, famoso in Italia e nel mondo”, come l’ha definito Conte. Dal Blue Bar di Riccione, il presidente pentastellato, davanti a un nutrito gruppo di sostenitori, ha incoraggiato l’Angelini e tutti i candidati della lista del Movimento 5 Stelle che il prossimo 12 giugno chiederanno la fiducia ai riccionesi sulla base di un programma definito “inclusivo, costruito grazie al dialogo con i cittadini e con il contributo delle migliori competenze del territorio”.

L’ex premier ha parlato di “una nuova visione che disegna un grande futuro per Riccione”. Poi ha tenuto un breve comizio toccando temi d’attualità, come la guerra in Ucraina (“No al riarmo degli ucraini, è giunto il tempo della diplomazia e della pace”), e altri cari al Movimento, come il reddito di cittadinanza (“I furbetti sono un danno per tutti, ma con i giusti correttivi è un provvedimento che funziona”) e il salario minimo (“Ci sono persone che guadagnano 3-4 euro lordi l’ora, non è possibile”). Infine, prima di concedersi un bagno di folla, tra selfie e strette di mano, ha sostenuto la “rivoluzione gentile” di Daniela Angelini: “Significa che non si offende nessuno, che non siamo violenti, ma siamo determinati e non ci fermeremo mai”. Applausi scroscianti.

Prima di congedarsi e fare ritorno a Roma, Conte ha ricevuto in omaggio una stampa celebrativa per i 100 anni di Riccione. Nel tragitto verso l’auto ancora foto di rito e un invito rivolto ai suoi sostenitori a godersi il mare dell’Adriatico: “Andate a farvi un bagno, voi che potete”.