Indietro
menu
verso il voto

Ciotti si ricandida a Morciano. Trovato accordo tra maggioranza e minoranza

In foto: Giorgio Ciotti
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 4 mag 2022 11:22 ~ ultimo agg. 5 mag 10:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo averci pensato a lungo ieri Giorgio Ciotti ha sciolto le riserve e ha deciso di ricandidarsi a sindaco di Morciano. Una decisione arrivata dopo che qualche settimana fa aveva proposto alle forze di maggioranza e di minoranza di sedersi ad un tavolo per capire se era possibile andare avanti coesi, con un’unica lista, e continuare insieme il cammino intrapreso. La lista si chiama Morciano Civica.

Soprattutto negli ultimi due anni di pandemia – spiega Ciotti ai microfoni di tempo reale – il consiglio comunale ha deliberato di comune accordo tanti ordini del giorno importanti per il nostro paese. E di fronte all’accordo trovato tra le diverse forze ho deciso nuovamente, dopo una lunga riflessione, di rimettermi in gioco. Tante sono ancora le cose che dobbiamo realizzare a Morciano“.

Tra le prime cose da fare il sindaco cita la realizzazione di un nuovo ospedale, “che sarà l’ampliamento dell’attuale casa di cura Montanari, che passerà da 80 a 120 posti e non potendolo fare dove si trova ora la clinica, l’intenzione è di costruire una nuova struttura“.

Ora bisognerà capire se entro il 12 maggio, termine ultimo per presentare le liste, si faranno avanti altri candidati, oppure quella di Ciotti sarà una corsa per battere solo il quorum.

L’ufficialità arriva con un comunicato firmato insieme da Andrea Agostini e Pierluigi Autunno, portavoce di Morciano Viva e Morciano Futura, che spiegano come sono arrivati a far nascere la nuova realtà di Morciano Civica: volontà della lista “Morciano Civica” – spiegano – è quindi quella di costituire un gruppo fortemente coeso e motivato al fine di vincere le sfide poste da ultimo dalle emergenze in atto ma soprattutto di creare le condizioni per un ampio sostegno alle decisioni che la nuova amministrazione comunale assumerà”. 

 

la nota:

A seguito delle positive convergenze verificatesi in consiglio comunale negli ultimi due anni si sono tenute una serie di riunioni tra i rappresentanti dei gruppi consiliari Morciano Viva e Morciano Futura al fine di verificare la possibilità di convergere su un’unica piattaforma programmatica da proporre all’elettorato unitamente alla candidatura del sindaco uscente, dott. Giorgio Ciotti, in occasione delle prossime elezioni amministrative del 12 giugno 2022. Gli incontri  si sono tenuti a seguito dell’invito avanzato dal sindaco Giorgio Ciotti affinchè le liste civiche che si sono ritrovate a condividere temi essenziali per il comune di Morciano di Romagna potessero verificare le condizioni per la costituzione di un unico contenitore civico da presentare alle elezioni amministrative 2022. Nel corso degli incontri si sono approfonditi i temi strategici comunali quali quelli legati al bilancio dell’ente, con particolare riferimento al piano triennale delle opere pubbliche, i bandi del PNRR ad esso collegati, i piani di rigenerazione urbana concordati coi comuni di Montefiore Conca, Gemmano, San Clemente, le riqualificazioni urbane in atto, il miglioramento delle strutture sociali, sportive e scolastiche oggi presenti sul territorio.

Alle considerazioni di cui sopra sono strettamente collegate le politiche di carattere sociale ed educative che il comune di Morciano di Romagna intende perseguire, in particolare rafforzando e sostenendo il polo scolastico comunale, i servizi ad esso riferiti, segnatamente quelli legati alle fasce più giovani della società locale. In questo la scelta di costruire la nuova biblioteca della Valconca costituisce valore di riferimento per l’acquisizione di qualità diffusa sui temi culturali ed educativi. La positiva esperienza posta in atto a seguito della realizzazione dell’Auditorium della fiera è fattore di crescita culturale dell’intero territorio ed il supporto funzionale allo stesso, in sinergia con altre strutture, specie il Teatro Ronci, è acquisita come alto valore sociale.

Da questo punto di vista il PNRR assume punto essenziale di riferimento per gli investimenti necessari tesi alla riqualificazione urbana comunale e con essa le principali strutture di riferimento. Morciano ha oltre il 20% della popolazione con età superiore a 65 anni; a favore di tale segmento della popolazione vanno confermati e garantiti i servizi già avviati ma anche rafforzati quelli particolarmente sentiti legati alla socializzazione quali i centri marini, il centro anziani e riconfigurati quelli relativi alle vacanze termali.

L’urbanistica locale, Morciano, tra i primi per densità di popolazione della provincia di Rimini, come da Legge Regionale n.24/17, sarà oggetto di revisione complessiva dovendosi formulare il nuovo PUG all’insegna della riduzione del consumo del suolo favorendo le riqualificazioni e le rigenerazioni urbane. l gruppi concordano che a seguito di partecipazione tale strumento dovrà consentire il risparmio del consumo del suolo fermo restando la possibilità per i cittadini di intervento per rigenerazione e riqualificazione urbana attraverso opportuni bandi pubblici.

Il tema del PUA Ghigi, giunto a definizione, produce indubbie ricadute che sono state attentamente valutate dal Consiglio Comunale e ne sono stati condivisi i contenuti. L’acquisto da parte del comune di superfici a destinazione direzionale consente al comune di riqualificare servizi essenziali quali INPS, Carabinieri forestali, Polizia Locale, Protezione civile e contestualmente libera spazi al fine di consentire alla Ausl di potenziare i servizi sanitari di zona.

Rispetto a quest’ultimi l’Amministrazione Comunale, in sinergia con gli altri comuni ed il distretto sanitario, riconosce il ruolo della casa di Cura Montanari quale “ospedale di prossimità” della Valconca, e si adopererà per il superamento di eventuali problematiche che dovessero frapporsi per un suo potenziamento e ampliamento.

L’unione della Valconca, sulla base del nuovo statuto e delle nuove convenzioni adottate, è uno strumento di crescita dei servizi trasferiti anche in funzione della massa critica determinata. Nel corso del PRT 2021-2023 ulteriori funzioni potranno essere oggetto di trasferimento, ad iniziare dalla funzione tributi, la quale, ad oggi, sembra la più matura per essere effettivamente trasferita.

I gruppi hanno quindi deciso di dare vita ad un unico contenitore civico che si presenterà alle prossime comunali all’insegna del logo “Morciano civica”.

Volontà della lista “Morciano Civica” è quindi quella di costituire un gruppo fortemente coeso e motivato al fine di vincere le sfide poste da ultimo dalle emergenze in atto ma soprattutto di creare le condizioni per un ampio sostegno alle decisioni che la nuova amministrazione comunale assumerà in funzione dei cambiamenti sostanziali che i temi sopra esposti porranno in essere.