Indietro
menu
fino a lunedì 14 febbraio

Giornata del farmaco. Donazioni in 39 farmacie

In foto: volontaria della giornata del farmaco
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 8 feb 2022 12:19 ~ ultimo agg. 13:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno, si svolgerà la Giornata di Raccolta del Farmaco. Durerà una settimana, da oggi, martedì 8 a lunedì 14 febbraio. Nella provincia di Rimini sono 39 le farmacie, delle 5.000 che aderiscono in tutta Italia (espongono la locandina dell’iniziativa e l’elenco è consultabile su www.bancofarmaceutico.org), dove sarà chiesto ai cittadini di donare uno o più medicinali da banco per i bisognosi.

Lo scorso anno nella provincia di Rimini sono state raccolte 2980 confezioni di farmaci per un valore di circa 21.500 euro donati a 22 Enti del territorio. I farmaci raccolti (nel 2021, 465.019 confezioni, pari a un valore di 3.640.286 €) saranno consegnati a 1.800 realtà assistenziali che si prendono cura delle persone indigenti, offrendo gratuitamente cure e medicine. Si invitano i cittadini ad andare apposta in farmacia per donare un farmaco.

L’iniziativa è possibile grazie al sostegno di oltre 17.000 farmacisti (titolari e non) che oltre a ospitare la GRF la sostengono con erogazioni liberali. Anche quest’anno, sarà supportata da più di 14.000 volontari, nel rispetto delle norme a tutela della salute di tutti.

C’è un’emergenza che, con o senza Covid, si protrae da anni, ma con la pandemia si è aggravata: si tratta delle persone in condizione di povertà sanitaria. Nel 2021, erano 597.560, 163.387 in più rispetto alle 434.173 del 2020. Si è registrato, quindi, un incremento del 37,63% di persone in condizione povertà sanitaria, che hanno chiesto aiuto a 1.790 realtà assistenziali convenzionate con Banco Farmaceutico per farsi curare.

La speranza per il nostro Paese è anche responsabilità di ognuno di noi, e si alimenta anche con piccoli gesti di gratuità. Invitiamo chiunque può permetterselo a donare uno o più medicinali per chi ha bisogno. Perché c’è l’esigenza delle persone indigenti, a cui possiamo rispondere in maniera concreta partecipando alla GRF. E perché compiere un semplice atto di altruismo come questo, andando apposta in farmacia per donare un farmaco, è un modo per farci carico ciascuno di una parte della speranza di tutti“, ha dichiarato Sergio Daniotti,