Indietro
menu
il comune gioca d'anticipo

Emergenza baby gang, Riccione chiede rinforzi fin dai primi weekend primaverili

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 7 feb 2022 20:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Attuazione dell’Ordine del giorno sulla sicurezza approvato all’unanimità dal Consiglio comunale e calendarizzazione delle prossime scadenze a partire dalla richiesta di rinforzi estivi e attuazione del tavolo di confronto. Sono stati questi i principali temi affrontati questo pomeriggio dall’assessore alla Sicurezza del Comune di Riccione, l’onorevole Elena Raffaelli, dal presidente del consiglio comunale Gabriele Galassi e dai rappresentati di tutte le categorie economiche del territorio comunale.

“Un incontro molto costruttivo quello di oggi – ha detto l’assessore Raffaelliche apre un lavoro importante. Andiamo avanti con l’attuazione dell’ordine del giorno a partire dalla richiesta che presenteremo in Prefettura per l’ottenimento dei rinforzi estivi, già a partire dai primi weekend primaverili e di grande afflusso turistico. Siamo assolutamente d’accordo con i nostri operatori nel volere che questo tavolo di confronto sia sempre operativo e quindi stiamo ipotizzando il prossimo incontro tra due settimane. Ho trovato estremamente pertinenti le osservazioni che sono arrivate da molti operatori economici di Riccione perché credo che si sia compreso fino in fondo che il problema sicurezza, soprattutto legato ai gruppi di minorenni, è un problema nazionale. E’ per questo motivo che abbiamo voluto convocare le categorie proprio nel giorno in cui a Milano il ministro degli Interni Lamorgese sta affrontando lo stesso tema che preoccupa noi”.

Finalmente per Milano, dopo le aggressioni da parte di ragazzini a Capodanno, il ministro ha annunciato che le Forze dell’Ordine aumenteranno fino a 255 uomini. Personalmente credo che nei periodi in cui le città si svuotano e le mete balneari invece si affollano – ha proseguito Raffaelli – bisogna avere l’elasticità mentale di spostare dove servono anche le misure di sicurezza. Occorre una visione di insieme, a Riccione stiamo facendo squadra, noi amministrazione con le categorie, ma serve l’intervento della Regione, come già chiesto dal sindaco Tosi, e dello Stato come chiesto da tutti i Comuni balneari del G20 spiagge. I rinforzi devono essere automatici all’inizio di ogni stagione estiva. Infine – ha concluso l’assessore alla Sicurezza – credo che i nostri operatori abbiano ragione quando dicono che la nostra utenza, i nostri turisti, i fruitori giovani devono essere coinvolti. Riccione deve dare ai ragazzi un’alternativa positiva al solo bighellonare in strada in gruppo. Ecco perché stiamo studiando un piano di azione che metta insieme la possibilità di creare questa alternativa”.