Indietro
menu
Famiglie più autonome

Cambia il regolamento della refezione scolastica a Coriano

In foto: mense gluten free a cadenza periodica
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 6 gen 2022 19:52 ~ ultimo agg. 7 gen 07:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Via libera dal Consiglio comunale di Coriano alla modifica del regolamento comunale sul servizio di refezione scolastica. Obiettivo, armonizzare le disposizioni comunali con il nuovo sistema di rilevazione delle presenze e con le novità di pagamento tramite Pago PA. Le modifiche segnano un ulteriore passo verso la digitalizzazione dei processi di iscrizione, rilevazione delle presenze e pagamento delle rette. Le famiglie, in questo modo, saranno autonome nell’acquistare i buoni pasto e nel segnalare le assenze dei propri figli e vedersi così addebitare solo i pasti effettivamente fruiti. Inoltre, potranno avere a disposizione immediatamente le ricevute di pagamento ai fini delle detrazioni fiscali senza dover presentare ulteriori richieste al Comune. Gli uffici comunali si sono attivati con le famiglie al fine di consentire loro di poter acquisire le conoscenze necessarie per un utilizzo appropriato e corretto degli strumenti e della piattaforma digitale. L’ultimo scoglio resta comunque l’utilizzo dello SPID quale strumento di accesso alla piattaforma. Anche in questo caso gli uffici comunali si sono resi disponibili per aiutare le famiglie in difficoltà al fine di utilizzare uno strumento ormai divenuto obbligatorio per poter accedere a qualunque forma di beneficio o contribuzione sia statale sia locale.

Un ulteriore passo in avanti – commenta l’assessore Beatrice Boschettiche intende favorire le famiglie e velocizzare pratiche burocratiche che comporterebbero certamente tempi più lunghi. Questa piattaforma consente inoltre di informare tempestivamente il fornitore dei pasti sul numero delle presenze. In tal modo si riducono ulteriormente il margine di errore nella fornitura dei pasti e il conseguente spreco alimentare dovuto alla preparazione di pasti in esubero”.

]