Indietro
menu
Accordo tra sindaci

Unione Valconca, accordo tra sindaci. Ciotti presidente

In foto: foto di gruppo per i sindaci della Valconca
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 10 nov 2021 11:17 ~ ultimo agg. 12:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si ricompatta l’Unione Valconca. Gli otto sindaci hanno infatti concluso un percorso di conciliazione durato mesi che ha portato alla candidatura unitaria di Giorgio Ciotti, Sindaco di Morciano, a Presidente dell’Unione. Le basi era già state gettate qualche mese fa con l’approvazione del nuovo Statuto dell’ente “scongiurando – commenta il presidente della provincia Riziero Santi – il pericolo di affossamento definitivo, con gravi danni per gli enti locali e le comunità locali“. Entro fine novembre sarà convocato il Consiglio per votare il nuovo Presidente e il documento programmatico.
L’Unione – prosegue Santi, che è anche sindaco di Gemmano -, anche se non sempre è percepita come tale, riveste un ruolo fondamentale, non solo perché è fonte di canalizzazione di risorse regionali e nazionali ma perché riveste un forte potenziale di razionalizzazione e di efficientamento dei servizi ed è un livello fondamentale di pianificazione e progettazione per intercettare le risorse del PNRR. I Sindaci questo lo sanno benissimo ed è per questo che hanno fatto prevalere il dialogo e lo spirito costruttivo, arrivando a condividere un documento di intenti a corredo e sostegno della candidatura di Ciotti che potrà segnare l’ulteriore e definitivo passo verso la rifondazione dell’ente“.
L’accordo siglato dai sindaci affronta svariati temi: il funzionamento dell’ente, la governance, la rappresentanza ponderata, la definizione dei rapporti economico-finanziari, la ridefinizione delle funzioni da gestire insieme, l’efficienza, lo sviluppo qualitativo e quantitativo dei servizi, l’innovazione e l’equilibrio fra comuni, regolato col principio della perequazione sancito dallo Statuto.
Nel giorno che ricorda l’abbattimento dei muri, il 9 novembre – conclude Santi –, anche in Valconca se è abbattuto un piccolo muro che teneva l’ente Unione in standby da troppo tempo, ed ora si riparte insieme uniti e determinati“.