Indietro
menu
Priorità: nuovo piano spiaggia

Lungomare Cattolica. La sindaca Foronchi incontra gli operatori

In foto: l'incontro sul lungomare
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 5 nov 2021 14:02
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con l’avvio dei lavori per la riqualificazione del lungomare Rasi-Spinelli, nel tratto tra l’Hotel Kursaal e la via Verdi, la nuova amministrazione comunale di Cattolica ha avuto le prime richieste di incontro da parte di operatori economici e residenti dell’area. Una prima riunione si è svolta nel pomeriggio di giovedì a Palazzo Mancini, alla presenza della Sindaca Franca Foronchi, dell’Assessore ai Lavori Pubblici Enrico Ugolini, del Dirigente e dei tecnici comunali. Tra le priorità, è emersa quella di intavolare il percorso che porterà alla redazione di un nuovo Piano spiaggia. L’iter potrebbe durare circa due anni. “Viene ribadito il concetto già espresso durante la campagna elettorale – spiega la Sindaca Franca Foronchiriguardo alla necessità che il Piano Spiaggia venisse approvato prima della progettazione del nuovo lungomare di Cattolica. Ci impegniamo a portare a termine il più velocemente possibile l’iter del Piano in maniera tale da poter rimediare a quanto già previsto e mettere da subito in campo quelle implementazioni migliorative e attuabili rispetto al progetto iniziale. Il confronto su quest’opera, fondamentale per la città, rimane aperto e avremo ulteriori incontri nei prossimi mesi”. “Siamo al lavoro per valutare delle migliorie in corso d’opera. Nel frattempo, tra quelle già individuate – aggiunge l’Assessore Ugolinivi è l’ipotesi una modifica al materiale utilizzato per l’area carrabile del manto stradale del lungomare mentre per la parte dei Giardini De Amicis valutiamo l’ampliamento della zona dedicata al verde. In primo piano, rimane la necessità di identificare ulteriori aree di parcheggio per motorini e macchine soprattutto per la fruizione della spiaggia durante la stagione estiva. Cercheremo se possibile di trovare la giusta combinazione tra il progetto lasciato dalla precedente Amministrazione e tra le richieste di operatori e residenti. Una ulteriore esigenza che è emersa è quella di individuare una struttura idonea ad ospitare la nuova guardia medica estiva che possa essere centrale, così come è adesso, rispetto al litorale cattolichino”.