Indietro
menu
a rimini

La protesta dei richiedenti asilo: "Non vogliamo cambiare struttura"

In foto: la protesta davanti alla Croce Rossa di Rimini (foto Migliorini)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 26 ott 2021 16:56 ~ ultimo agg. 27 ott 11:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Erano una trentina questa mattina i richiedenti asilo – la maggior parte afghani e pakistani – che si sono dati appuntamento davanti alla sede della Croce Rossa di Rimini per protestare pacificamente contro l’imminente trasferimento dal Cas di Riccione (Centro Accoglienza Straordinario) ad altre strutture di accoglienza del territorio. Questo perché – spiega la prefettura – la Croce Rossa non ha più la disponibilità dell’immobile (sarebbe in atto una causa di sfratto) e quindi i richiedenti asilo ospitati verranno a giorni ricollocati a Rimini.

“Siamo persone, non pacchilamentano i manifestantinon vogliamo dividerci. Tra di noi si sono creati legami, così come con gli operatori della Croce Rossa che ci seguono. Siamo integrati, non abbiamo mai dato problemi. Non possono chiudere la struttura così”. Alternative, però, non ce ne sono, come conferma la prefettura. Il trasferimento, infatti, pare sia stato rinviato il più possibile, ma adesso è giunto il momento.

Notizie correlate
Meteo Rimini
booked.net