Indietro
menu
accoltellamento gesto folle

Lamorgese: Cittadella sicurezza a Rimini si farà. Qui più rinforzi che altrove

In foto: la ministra Lamorgese in prefettura a Rimini
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 13 set 2021 14:38 ~ ultimo agg. 14 set 14:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese questa mattina ha partecipato a Rimini al Comitato per l’Ordine pubblico e la Sicurezza tenutosi in prefettura dopo l’accoltellamento di cinque persone (fra cui un bambino di 6 anni) avvenuto sabato scorso per mano del 26enne somalo Somane Duula. “Un gesto di una persona disturbata – lo ha definito la ministrache sarebbe potuto capitare in qualunque parte d’Italia o d’Europa. Del resto questo somalo era in giro in Europa dal 2015 in cerca di asilo politico. Era stato in Svezia, Danimarca, Austria, Germania e poco prima di arrivare in Italia anche in Svizzera. Dagli accertamenti svolti dalle forze di polizia escludiamo la pista terroristica.

Poi la ministra dell’Interno ha parlato della Cittadella della Sicurezza, facendo capire che si farà alla caserma Giulio Cesare: “Su richiesta del sindaco abbiamo affrontato anche questo tema. Insieme abbiamo convenuto che è necessario un accorpamento di questura, forze di polizia, carabinieri, finanza e prefettura in un’unica struttura. Questa soluzione, per la quale serve trovare risorse per 40 milioni di euro, è vista positivamente anche dagli uffici del ministero. Non è una cifra da poco, ma così si risparmierebbero tanti soldi in futuro, inoltre l’accorpamento inciderebbe in maniera positiva sulla sicurezza dell’intera città”.

Infine capitolo rinforzi estivi: Rimini d’estate si trasforma in una metropoli, ma quest’anno ha avuto più rinforzi di tutte le altre sedi sul territorio. Perché meno del 2019? Perché il Covid ha bloccato i corsi di arruolamento e quindi abbiamo potuto inviare meno uomini. Ma Rimini gode della nostra attenzione e sarà così anche in futuro”, ha concluso la Lamorgese, che poi si è sottratta alle domande dei giornalisti.

Notizie correlate