Indietro
menu
la riflessione

Fuga dall'Afghanistan. Il sindaco: Rimini pronta a fare la sua parte

In foto: Andrea Gnassi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 17 ago 2021 16:26 ~ ultimo agg. 2 set 11:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Un post, in cui condivide la foto che sta facendo il giro del mondo, con oltre 650 afghani che sono stipati su un’areo miltare USA che li sta portando via dalla loro terra e propone una riflessione sull’accoglienza. Così il sindaco di Rimini Andrea Gnassi interviene di fronte alla drammatica emergenza umanitaria, scatenata dalla presa di Kabul da parte dei talebani.
Rimini, città libera, democratica, medaglia d’oro al valor civile – scrive –, è disposta a fare la propria parte, con e insieme agli altri comuni italiani, di fronte alla tragedia umanitaria che si sta consumando in Afghanistan. Voltarsi dall’altra parte, ora, sarebbe il modo peggiore di valorizzare la nostra storia, chi siamo e chi saremo. ‘Verranno a uccidermi, ma non ho paura’. Questo grido, così lucido e tremendo, è di Zarifa Ghafari, la sindaca più giovane dell’Afghanistan A lei, al popolo afgano, vogliamo far sentire la nostra vicinanza e chiediamo l’impegno di tutte le istituzioni internazionali e nazionali perché non avvengano massacri, vendette, tragedie, sangue e dolore versati.
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO