Indietro
menu
Studio Cribis

Pagamento fornitori, peggiora la puntualità delle imprese riminesi

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 4 giu 2021 10:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con il 44,8% di imprese che pagano alla scadenza i propri fornitori, l’Emilia-Romagna è al 2° posto della classifica italiana stilata dallo Studio Pagamenti di CRIBIS, aggiornato al 31 marzo 2021. Aumentano però i ritardi gravi, superiori ai 30 giorni: a dicembre 2020 erano l’8%, lo scorso marzo sono passate all’8,3.

Rimini è però tra le 20 province italiane le cui imprese, a confronto con l’ultimo trimestre del 2020, hanno registrato il maggior peggioramento nei pagamenti oltre 30 giorni: sesta, con un aumento di ritardi gravi del 10,1%. Ferrara è 13° (+7%) e Ravenna 16° (+6,5). Nel riminese diminuiscono invece solo dello 0,2% i pagamenti puntuali. Nella classifica delle province, in regione la migliore è Reggio Emilia (7°), seguita da Forlì-Cesena (10°), Ferrara (13°), Modena (15°), Ravenna (18°), Bologna (19°), Parma (24°), Rimini (31°) e Piacenza (36°). Rispetto a dicembre 2020, la provincia riminese perde una posizione.