Indietro
menu
In un punto critico

Via Verazzano a Riccione, una rotatoria e una ciclabile per migliorare la sicurezza

In foto: la nuova rotatoria
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 27 mag 2021 16:50 ~ ultimo agg. 18:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Pista ciclabile e una rotonda per fluidificare la circolazione in sicurezza. Da questa mattina l’incrocio dei viali Giovanni da Verazzano/ Limentani, entra in piena attività. Eliminato l’impianto semaforico, utilizzato in via provvisoria per consentire i lavori e allo stesso tempo la circolazione dei veicoli, si è intervenuti sulla sicurezza di un punto nevralgico della città con una ciclabile su marciapiede separata dalla strada carrabile, e dai pedoni, sempre su sede separata. La realizzazione di una rotonda e la sostituzione dei lampioni con nuova illuminazione a led serviranno a rallentare la velocità di marcia dei veicoli e a percorrere in maniera più snella l’incrocio collegato al sottopasso.

Il secondo step è previsto lunedì 31 maggio con l’avvio dei lavori propedeutici alla bonifica da ordigni bellici dell’area inserita nel previsto sfondamento di viale XIX Ottobre. L’opera, tra messa in sicurezza di viale Da Verazzano e sfondamento viale XIX Ottobre, divisa a stralci, richiede un investimento complessivo di 2.900.000 euro, di cui oltre 1.400.000 euro per il prolungamento di viale XIX Ottobre.

Dichiara l’assessore ai lavori pubblici Lea Ermeti – “Entro breve approveremo il progetto esecutivo di prolungamento e risagomatura del viale, nel tratto compreso tra viale Derna e viale Da Verazzano, attraversando l’area delle Ferrovie, per procedere ai lavori senza sosta che prevedono anche una seconda rotatoria tra via Limentani e viale San Martino. Ma prima abbiamo voluto mettere mano alla sicurezza del sottopasso di viale Da Verazzano che, così come era stato progettato in passato, era rischioso per i ciclisti. Da oggi le biciclette saranno in corsia protetta e le auto dovranno moderare la velocità grazie alla rotonda appena realizzata”.