Indietro
menu
Alla Nuova Ricerca

Vaccinazioni aziendali: IEG aderisce al piano di Confindustria Romagna

In foto: La fiera di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 27 mag 2021 17:59 ~ ultimo agg. 18:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

IEG – Italian Exhibition Group ha aderito convintamente al progetto di Confcooperative Romagna, Confindustria Romagna e Legacoop Romagna, annunciato ieri ai Media, che consentirà la vaccinazione su base volontaria dei propri dipendenti grazie agli hub interaziendali istituiti sul territorio romagnolo.

“Siamo di fronte a una straordinaria opportunità – dice Corrado Peraboni, amministratore delegato IEG – che ci consente in primis di tutelare la salute dei nostri collaboratori e, al contempo, di fornire un’ulteriore garanzia di sicurezza ai nostri clienti anche in vista dell’imminente riapertura delle fiere e dei congressi”.

Silvia Fabbri

“Offrire la possibilità ai nostri dipendenti di beneficiare del vaccino anti COVID-19 – spiega il direttore HR & Organisation di IEG, Silvia Fabbri – è in linea con il costante impegno a tutela della loro salute e viene a valle di un percorso intrapreso fin dal primo lockdown con l’obiettivo di preservare anche il benessere psicologico del nostro capitale umano, accompagnandolo con una serie di iniziative volte a mantenerne vive la motivazione durante lo smartworking, spesso causa di isolamento. Ad esempio abbiamo diffuso ripetute survey per rilevare il clima aziendale e invitare i collaboratori a trasmetterci proposte e richieste. Nell’ultimo anno IEG ha messo a disposizione delle risorse dell’intero gruppo una vasta attività di screening, svolta direttamente sulle sue sedi, per un totale di circa 900 fra test sierologici e tamponi eseguiti”.

Oltre al protocollo principale di sicurezza #SafeBusiness by IEG il Gruppo ha attuato protocolli ad hoc come nel caso degli eventi digital che prevedevano la presenza di relatori o di personale artistico o tecnico, gestiti come una vera e propria bolla con le persone coinvolte sottoposte a tamponi a ciclo ripetuto. “Tant’è – aggiunge Fabbri – che i casi di Covid riferibili a un contagio avvenuto in azienda risultano, ad oggi, del tutto residuali”.

Per le sedi di Rimini Quartiere Fieristico e Palacongressi, avendo la Regione Emilia – Romagna già definito le linee guida del progetto di vaccinazione aziendale, IEG ha potuto confermare la propria adesione all’hub interaziendale di Confindustria Romagna: le vaccinazioni avranno inizio indicativamente da giugno presso la struttura sanitaria Nuova Ricerca.
Per le sedi IEG di Vicenza, Milano e Arezzo, al momento le rispettive Regioni non hanno definito le linee guida per le vaccinazioni aziendali ma IEG è in contatto con Confindustria per attivarsi prontamente in caso di novità.

Notizie correlate