Indietro
menu
Report 10-16 maggio

Contagi ancora in calo e quasi azzerati, nel riminese, i focolai a scuola

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 19 mag 2021 16:21 ~ ultimo agg. 17:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dal 10 al 16 maggio in tutta la Romagna si sono verificate 842 positività su un totale di 30.416 tamponi eseguiti. Il tasso di positività è del 2,8% (il 3,2 in provincia di Rimini). E’ quanto emerge nel consueto report settimanale diffuso dall’Ausl. Nel distretto di Rimini nord l’incidenza di nuovi casi ogni 100mila abitanti è di 83 mentre nel distretto Riccione scende a 69. Il dato più alto in Romagna si registra a Forlì con 86.

La performance dei tempi di refertazione dei tamponi, entro le 48 ore è del 99,1%. Per quanto riguarda l’indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 17 maggio, si registrano 157 ricoveri (38 in meno in una settimana) che  mantengono l’azienda a livello arancione del Piano ospedaliero Covid. In calo anche il riempimento delle terapie intensive.

Azzerati in provincia di Rimini i focolai attivi nelle strutture per anziani e si riducono ulteriormente anche quelli nelle scuole: al 17 maggio se ne contano appena due rispetto ai sette della settimana precedente e ai 28 di quella prima. Complessivamente tra il 10 e il 16 maggio nel riminese si sono stati 281 nuovi casi, 145 dei quali nel comune capoluogo. Segue Riccione con 23. Cinque invece i decessi (12 complessivi nelle province romagnole) che portano il totale in provincia a 1.065 dall’inizio della pandemia. 855 i casi attivi.

Alla voce vaccini, in Romagna quasi l’85% degli over 80 ha completato il ciclo (83,6% a Rimini) mentre l’80% degli over 70 ha ricevuto la prima dose (75,1% a Rimini).

Anche la settimana presa a riferimento conferma una fase discendente dell’epidemia – commenta Mattia Altini, direttore sanitario di Ausl RomagnaRispetto alla settimana precedente, infatti, prosegue la tendenza al calo sia dei nuovi contagi e sia dei ricoveri in tutti i reparti ospedalieri romagnoli che si stanno progressivamente svuotando con un ritorno graduale all’attività ordinaria, pur rimanendo ancora all’interno del livello arancione del piano aziendale. Sul fronte vaccinale, la campagna prosegue spedita, con l’apertura a nuove fasce di popolazione che potranno accedere alla vaccinazione e anche per quanto riguarda la copertura vaccinale, i dati riportano un aumento generale in Romagna del tasso di copertura sia nella popolazione over 80 sia nella fascia 70-79anni. Largo quindi all’ottimismo ma sempre con prudenza, è importante continuare ad avere un atteggiamento responsabile, senza mai abbassare la guardia