Indietro
menu
C'è anche Johnson & Johnson

Vaccinazioni, la Regione accelera. Il "piano di battaglia" per fine aprile

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 22 apr 2021 18:41 ~ ultimo agg. 23 apr 12:15
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono in arrivo entro fine mese in Emilia Romagna oltre 354mila dosi di vaccino. Nello specifico 39.900 dosi di Astrazeneca, 29.600 di Moderna, 271.440 di Pfizer e le prime 13.050 di Johnson & Johnson: l’utilizzo di quest’ultimo vaccino è riservato agli over 60 e avviene in una sola somministrazione.

Si tratta delle forniture necessarie per rispettare i valori target prefissati dalla struttura commissariale nazionale, che per l’Emilia-Romagna prevede un incremento costante di vaccinazioni effettuate che va dalle 22mila odierne alle 29.400 di sabato 24 aprile, e poi cresce in maniera costante fino alle 42mila somministrazioni attese per il 29 aprile.

Sono ritmi che l’Emilia-Romagna ha già dimostrato di poter sostenere, in presenza del quantitativo necessario di vaccino, arrivando a 33mila somministrazioni in una giornata di test effettuata a inizio aprile. Già ora le somministrazioni sono superiori alle 22mila al giorno, soglia fissata dal Governo per non esaurire le dosi disponibili: da Piacenza a Rimini si utilizzano infatti più del 90% delle forniture, lasciando le scorte minime necessarie per richiami.

L’attuale macchina regionale può contare su 141 punti vaccinali e su quasi 1.000 professionisti tra medici, infermieri e assistenti sanitari. Proprio per il 29 aprile sono attese altre 159.120 dosi di Pfizer-Biontech e 9.600 di Astrazeneca, che portano così il totale di forniture da qui a fine mese a quota 354.000. Per quanto riguarda maggio, al momento le consegne già calendarizzate sono solo quelle di Pfizer-Biontech: 159.120 il 6 del mese e 154.440 la settimana successiva, il 13 maggio.

 

 

Notizie correlate