Indietro
menu
"Servono investimenti"

Riccione Civica attacca l'amministrazione: dimenticato binomio sport-turismo

In foto: Lo Stadio del Nuoto di Riccione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 13 apr 2021 10:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’Amministrazione Tosi ha dimenticato l’importanza del binomio sport e turismo per Riccione. L’attacco arriva da Elia Campagna di Riccione Civica che ricorda come “quasi 2 italiani su 4 scelgono la meta delle loro vacanze anche sulla base dell’offerta in termini sportivi che il territorio è in grado di esprimere. Senza considerare l’importanza che la dotazione impiantistica può assumere per il turismo europeo”. “E allora perché – si chiede la nota – un “vuoto” del genere da parte della Tosi e dell’Assessore Caldari?”. Riccione Civica cita l’impiantistica sportiva della città, dallo stadio del nuoto al pattinodromo fino ai campi da tennis e da squash e a decine di palestre e altri impianti, e denuncia scarsi investimenti negli ultimi sette anni. Campagna lamenta anche l’assenza di iniziative “a sostegno del valore sociale ed aggregativo dello sport per la nostra comunità”. Secondo Riccione Civica è quindi necessaria una inversione di tendenza a partire da “investimenti straordinari sugli impianti sportivi attraverso lo strumento del piano triennale degli investimenti pari ad almeno 1 milione di euro l’anno, da affiancare alle ingenti risorse provenienti dai bandi regionali, statali ed europei ai quali questa Amministrazione non ha mai mostrato particolare interesse”.
Fondamentale – conclude la nota – inoltre “Mettere in rete” la gestione di tutti gli impianti sportivi; un’unica regia consentirà meglio alla città di recuperare il terreno perduto e di intercettare tutti i segmenti turistici legati ai vari ambiti sportivi, migliorando sensibilmente l’offerta sportiva per tutta la comunità”.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.