Indietro
menu
Effetto Astrazeneca e altro

Vaccinazioni e disagi. Ausl spiega e si scusa: 'al lavoro per minimizzare attese'

In foto: fila nei giorni scorsi alla fiera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 31 mar 2021 16:43 ~ ultimo agg. 1 apr 11:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A margine del commento sul report 22-28 marzo (vedi notizia), il direttore sanitario dell’Ausl Romagna, Mattia Altini, interviene anche sull’andamento della campagna vaccinale e sui disagi che si sono verificati negli ultimi giorni anche in fiera a Rimini, con file e attese di diverse ore.

“L’anticipazione alla somministrazione vaccinale che abbiamo rivolto agli over 80, che si è aggiunta alle altre sedute vaccinali in corso, ha portato nei primi giorni ad un aumento importante delle somministrazioni, creando qualche disagio ai cittadini in attesa, nei nostri centri provinciali vaccinali. Ce ne scusiamo e stiamo già intraprendendo alcune misure organizzative per cercare di minimizzare le attese.  Il problema dell’allungamento dei tempi però nasce spesso dalla legittima e comprensibile necessità da parte dei cittadini di ricevere tutte le informazioni sui vaccini da parte dei medici presenti nei punti vaccinali per superare dubbi anche comprensibilmente legati all’iter che ha accompagnato in queste settimane l’utilizzo del vaccino Astrazeneca. In altri casi, si tratta di persone, che pur prenotate per un tipo di vaccino, a fronte di patologie che li colloca nella fascia dei “gravemente vulnerabili”, devono ricevere la somministrazione di un altro tipo di vaccino. E tutto ciò comprensibilmente allunga i tempi. Stiamo monitorando i tempi e prenderemo tutte le misure organizzative per ridurre al minimo il disagio. Ribadiamo ancora una volta che la vaccinazione è l’unica arma in nostro possesso per battere il virus. Invitiamo quindi ancora una volta i cittadini ad aderire alla vaccinazione, seguendo le modalità indicate dal piano vaccinale, che di volta in volta verranno comunicate“

Notizie correlate