Indietro
menu
Decessi in risalita

Coronavirus. Report 22-28 marzo: a Rimini contagi in contrazione ma ospedali ancora pieni

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 31 mar 2021 16:19 ~ ultimo agg. 1 apr 11:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’Ausl trasmette il report sulla situazione coronavirus nella settimana 22-28 marzo. Nella settimana di riferimento, si sono verificate 4.178 positività su un totale di 39.746 tamponi eseguiti; il tasso di positività è del 10,5 per cento rispetto al 12 della settimana precedente. Rimini scende dal 13,3 all’11%, superata da Forlì (11,6%) e Cesena (11,1).   I casi totali a Rimini sono stati 1.221 rispetto ai 1.647 della settimana precedente, il totale della Romagna è stato di 4.178 (rispetto a 5.278). In risalita invece i decessi in provincia di Rimini: 41 rispetto ai 28 della settimana precedente. Dopo quattro settimane a quota zero, c’è stato un focolaio in una RSA riminese.

Per quanto riguarda l’indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 29 marzo, si registra la quota di 747 ricoveri, con una diminuzione di 33 ricoverati rispetto alla settimana precedente, mantenendo l’azienda all’interno del livello rosso del Piano ospedaliero Covid; mentre i riempimenti nelle terapie intensive sono in leggero rialzo, sia in termini assoluti che percentuali.

“Un quadro epidemiologico ancora instabile”, commenta il direttore sanitario di Ausl Romagna Mattia Altini: “I dati di questa settimana confermano una lenta flessione della circolazione del virus a cui come sappiamo, corrisponderà nei prossimi, 15 giorni una riduzione dell’occupazione dei posti letto, progressiva prima nei reparti medici Covid, in seguito sui reparti Sub intensivi ed infine nelle Terapie Intensive, che al momento, confermano la permanenza ad un livello rosso”.

Notizie correlate