Indietro
menu
Una petizione online

Costo mensa e qualità acqua. Comitato genitori Coriano a confronto col Comune

In foto: i genitori del Comitato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 3 mar 2021 13:23 ~ ultimo agg. 13:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Comitato Genitori Uniti di Coriano informa sugli sviluppi della richiesta all’Amministrazione Comunale di un confronto sulle tariffe della mensa scolastica e sulla qualità dell’acqua somministrata ai bambini.

“Dopo avere inoltrato al comune di Coriano una regolare e protocollata richiesta di incontro tra sindaco e noi cittadini per un tavolo di confronto sulla riduzione del costo della mensa ed il miglioramento dell’acqua da bere fornita ai nostri bambini, il comune doveva riceverci in data 02 / 03 / 2021 ma ha rimandato a data da destinarsi a causa delle nuove restrizioni COVID. Abbiamo invece richiesto un confronto immediato sui mezzi digitali (come tutta Italia fa da 12 mesi) che ci è stato accettato e concordato in data 9 / 03 / 2021 e del quale ovviamente daremo conto al termine dello stesso.
Aver ottenuto questo importante confronto con le istituzioni riguardo i due cruciali punti sopra citati è un segnale che si possono ottenere ottimi risultati, se
riusciamo ad UNIRCI TUTTI INSIEME al di là di ogni colore politico !”.
“In merito al tema della migliorabilità dell’acqua fornita ai nostri bambini – prosegue il Comitato – la nostra petizione è rapidamente arrivata a quota 312 firme e si avvia a superare quota 400 : Questo dato evidenzia in modo inequivocabile quanto molti genitori abbiano veramente a cuore il fatto che ai propri figli venga servita da bere non più soltanto acqua di rete già potabile, bensì acqua di rete ulteriormente migliorata ed affinata tramite delle precise tecnologie di filtraggio che il comune di Coriano già adotta tramite le famose e diffuse “casine dell’acqua” comunali e tramite degli erogatori specifici già installati in due scuole. La nostra domanda legittima quindi è: Perchè non installare questi erogatori in ogni altra scuola del territorio?
“Ci sembra giusto specificare a fondo. L’acqua di rete è potabile ma presenta in bolletta Hera dei valori medio alti di calcare (visibile in ogni nostra abitazione) e cloro (ovvero candeggina immessa per legge a scopo disinfettante). E’ giusto che i bambini bevano ogni giorno calcare e cloro, quando esistono sistemi di filtraggio chiamati “ultrafiltrazione” che abbattono e depurano calcare e cloro quasi al 100 %?”.

Il Comitato invita i genitori ad aderire annunciano anche che saranno portati avanti altri temi.

La petizione online per la qualità dell’acqua.