Indietro
menu
proposta del T Mub

A Morciano un tour per conoscere Umberto Boccioni

In foto: Bigi e Cardellini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 24 mar 2021 11:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è tentuto lo scorso venerdì, nel rispetto di tutte le norme sanitarie  l‘Incontro del T MUB, nella sede del Museo a Morciano di Romagna Via Pascoli 15, con una diretta Facebook dalla Pagina della Fondazione Boccioni.

L’ideatore del progetto, Cardellini, ha illustrato e svelato ulteriori aspetti  del Museo che sarà inaugurato ufficialmente il 19 giugno. In particolare, ha descritto  le quattro pareti che saranno aperte alla fruibilità del pubblico, previa prenotazione. “Questo museo che non appartiene solo a Morciano, alla Valconca o all’Emilia Romagna, ma vuole essere nazionale – ha spiegato -. Il T Mub è nato per far conoscere Umberto Boccioni, che ancora è poco conosciuto, purtroppo. Stiamo facendo qualcosa di veramente straordinario, soprattutto in questo periodo di restrizioni. Noi vogliamo dare un segnale forte, di cultura, di arte e civiltà. Il Museo T Mub verrà inaugurato ufficialmente sabato 19 giugno, alle 11 e si potrà accedere solo su invito e solo se si è membri della Fondazione”.

Durante l’incontro Maria Teresa Bigi, insegnante morcianese con grande interesse per Boccioni ha dato voce all’artista leggendo  il 1° capitolo di “Pittura e scultura Futuriste“.

Sappiamo che Boccioni ha firmato quasi tutti i manifesti del Movimento Futurista, gran parte li ha scritti lui, oltre ad essere co firmatario – sottolinea la Bigi -.Quando giudicò quest’opera, nel 1914, lui già ci si era dedicato molto e bisogna dire che se confrontiamo il linguaggio di questo scritto con scritti privati, possiamo vedere che grande scrittore fosse. Non solo, un grande pittore e scultore ma anche un ottimo scrittore”

In allestimento anche un tour Boccioni che è stato presentato da Orietta Binotti, titolare dell‘agenzia  viaggi “La Galleria del Viaggiatore” di Morciano: “Attraverso questo tour, che si svilupperà in 7 tappe, andremo a conoscere l’esperienza di vita dell’artista, grazie alle sue opere e al suo vissuto. Il nostro viaggio inizierà dalla Piazza Boccioni con la meravigliosa opera “Il Colpo d’Ala” di Arnaldo Pomodoro, che ha sempre considerato Umberto Boccioni il suo Maestro. Nella seconda tappa si visiterà l’opera di Boccioni “Sviluppo di una bottiglia nello spazio” costruita in rapporto di 1/5 dell’originale dallo scultore Umberto Corsucci. La terza tappa, invece, riguarda l‘ingresso del Museo T Mub con la visita di quattro pareti, mentre la quarta tappa sarà la casa dove visse e crebbe l‘artista, nel centro della Piazza Giovanni Paolo II. La quinta tappa sarà la visita esterna alla Casa dove è nato Arnaldo Pomodoro. La sesta tappa, invece, sarà la visita alla targa realizzata da Giuliano Cardellini in onore di Boccioni che, in questo momento, si trova nell‘atelier di Cardellini. Nella ultima tappa, ci sarà la possibilità di degustare quelle che sono le specialità culinarie ed enogastronomiche del territorio. Per chi vorrà ci sarà anche la possibilità di soggiornare in strutture del territorio”.