Indietro
menu
L'intervista al cantautore

"Una bufera di farfalle", il nuovo disco di Roberto Galvani

In foto: Roberto Galvani
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
lun 22 feb 2021 10:52 ~ ultimo agg. 11:03
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Una bufera di farfalle” è il nuovo CD di Roberto Galvani.

“Il lavoro parte da lontano. Scrivo canzoni da tanti anni – racconta Roberto Galvani -. Sono insegnante di musica, di teatro musicale e il mio pubblico è giovane. Molti mi conoscono per i miei personaggi Omis e Peo o per i miei spettacoli con i ragazzini. Molti altri mi hanno incontrato nei miei corsi musicali o mi conoscono grazie alla mia attività SIMPLE MUSIC. In tanti hanno seguito i miei concerti o i laboratori musicali, ma ancora nessuno mi ha visto vestito da pop. Volevo farlo e l’ho fatto!

Le mie sono canzoni che parlano di cielo, di poesia, d’amore e del viaggio della vita. È ricorrente il tema del cielo. Stelle, luna, sole, nuvole. Essere un sognatore è la mia realtà. E non è sempre facile. Alcune canzoni sono state scritte proprio di recente, altre invece sono canzoni di anni addietro. Le prime sette dell’album le ho realizzate assieme ad una band fantastica; una sorta di live in studio registrate presso la sede BAM Rimini: Pietro Galvani alla batteria, Roberto Penna al basso, Mark Barosi alle chitarre, Edoardo Vilella alle tastiere. Le altre quattro tracce sono realizzate in studio con gli arrangiamenti di Marco Mantovani.

Ho voluto creare come due stanze diverse – continua Galvani -. La prima dedicata alla band, la seconda stanza alle quattro canzoni realizzate in studio. Le immagini di copertina sono di Filomena Galvani e descrivono meravigliosamente quello che ho immaginato. Una corsa in cielo, sulle nuvole per arrivare ad una finestra che finalmente si apre”.

LE CANZONI
PIOVE è la prima canzone dell’album. Racconta di me in un momento non proprio facile della mia vita, ma ricominciare ad amare se stessi aiuta poi ad amare gli altri. E ho avuto vicino tanto amore e grazie a questo
ho ricominciato.

LA LUNA E LA STELLA è un sogno dove sono spettatore e protagonista. Sono un angelo che rincorre i desideri del mondo.

SENZA TE è stata scritta nel primo lockdown ed è un immaginare come ci si possa congiungere volando nel vento correndo sui tetti, e l’augurio è quello di aprire le finestre al bene , a quel bacio che manca come l’aria.

PENSIERI SULLA LUNA racconta come si può guardare il mondo con occhi belli pieni di speranza e di stupore.

STAI CON ME è una canzone d’amore in stile prog. È di tanti anni fa. Riarrangiata dalla band in maniera magistrale.

POETIC è una canzone dedicata alla poesia, che non si può tradire, che non si deve dimenticare. Mai.

CONFINI parla di un viaggio nell’umanità vera delle persone con un traguardo da raggiungere: poter dire noi. Questo noi che manca spesso perché manca un vero io.

QUANDO SARÒ GRANDE immagina un bambino che spera di poter crescere e di diventare grande. Ma come sarà questo bambino cresciuto? Si ricorderà della tenerezza dei suoi piccoli anni?

IL LIMITE è l’ultimo brano che ho composto prima di uscire con il disco. È quello che mi dico tutti i giorni. Tutti abbiamo un limite e chiedo al mio sogno di bambino di non abbandonarmi mai.

UNA STELLA BIRICHINA è il trascorrere del tempo, il sogno di una giornata intera tra luce e buio, fra stelle
sole e luna e nuvole.

UNA BUFERA DI FARFALLE è una canzone d’amore con una visione finale. Non potrò mai dimenticare quella visione. Centinaia e centinaia di farfalle bianche come una nevicata fortissima. Io stavo correndo a piedi da Rontagnano verso Perticara (sono posti bellissimi) e mentre correvo mi assalì questa splendida bufera. Per questo concludo questa canzone d’amore e sull’amore citando questa emozione fortissima”.

“In questo momento così difficile per noi, drammatico direi per musicisti ed artisti, in questo momento dove
non è possibile suonare per altri, fare concerti, sentire vicino il pubblico fisicamente, ecco che la creatività
non viene sconfitta e l’idea di fare qualcosa per se stessi e per gli altri spinge forte e come l’acqua, trova la
sua strada – conclude Roberto Galvani. Fare un disco ora è comunque dare una risposta. Assume un significato umano e dignitoso. Per me risponde ad una esigenza vera. Quella di avvicinarsi agli altri. Quella di stringersi vicino come irriducibile necessità.

Per prenotare il disco: robigalvani@gmail.com o in vendita presso sede BAM (via Mirandola, 11), tel. 328 8974233.

Notizie correlate
di Redazione