Indietro
lunedì 25 ottobre 2021
menu
Le previsioni di Meteoroby

Febbraio finisce col cielo sereno e qualche grado in meno

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 26 feb 2021 07:49 ~ ultimo agg. 07:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche in questo fine settimana, che chiude il mese di febbraio, l’alta pressione continua ad essere la vera protagonista, rinnovando delle giornate con condizioni stabili e un clima mite, ma con una breve parentesi, caratterizzata da aria più fresca che determinerà un lieve calo delle temperature e qualche nube in più rispetto ai giorni scorsi. Lo spiega Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti

La vasta campana anticiclonica, che domina gran parte del Vecchio Continente proteggendoci dalle perturbazioni atlantiche più insidiose, trova il suo culmine portando il centro del perimetro a latitudini più settentrionali, e costringendo a delle frange nuvolose, sotto forma di infiltrazioni più fresche, a dirigersi dall’arco alpino verso le regioni adriatiche nel corso del weekend. Non si tratta di un vero e propio peggioramento, e ancor meno di un ritorno a delle condizioni invernali, ma di un debole sistema frontale che, in discesa dai Balcani, lambirà la nostra regione, determinando la formazione di addensamenti temporanei dagli scarsi effetti, e un’intensificazione della ventilazione, la quale, sarà responsabile dell’attenuazione del caldo e di riportare le temperature più vicine alla norma del periodo.

I giorni successivi, quelli che poi celebreranno l’avvio alla primavera meteorologica, non subiranno sostanziali modifiche: un secondo promontorio verrà richiamato da una pulsazione atlantica che costringerà a riportare l’impronta anticiclonica ad espandersi nuovamente sul Mediterraneo, garantendo condizioni soleggiate per gran parte della settimana; fatta eccezione per le nebbie e le nubi basse che potranno tornare a riformarsi in più occasioni, sia per la subsidenza impressa dall’alta pressione sulle pianure, che per l’avvezione dell’aria mite tra mare e i settori costieri. Solo verso fine periodo, l’azione congiunta ad opera di un sistema nuvoloso in risalita dal Nord Africa e l’aria più fredda in arrivo dall’Europa settentrionale, si spartiranno le sorti dell’anticiclone, e sfruttando il suo indebolimento, potranno concedere la probabilità di qualche precipitazione in prossimità del primo fine settimana di marzo, ma con quantitativi che tutt’ora appaiono poco significativi. Si tratta comunque di una proiezione che andrà successivamente riconfermata.

In sintesi, ci attende un venerdì tutto sommato ancora soleggiato, con cieli sereni o al più poco nuvolosi, salvo la formazione di foschie dense e banchi di nebbia al primo mattino, più probabili nelle pianure centrali emiliane e sulle coste del ravennate, in estensione nottetempo sulle pianure settentrionali centro-orientali. Sabato: cielo disturbato da nuvolosità sparsa, che potrà risultare più diffusa sui settori orientali della regione nella prima parte della giornata, con cieli temporaneamente da molto nuvolosi a coperti, specie lungo i rilievi, dove su quest’ultimi non si esclude qualche fenomeno precipitativo perlopiù occasionale e di debole intensità. Presenza di nebbie al mattino, più diffuse sulle aree di bassa pianura prossime al corso del Po e lungo la costa settentrionale, in diradamento dalla tarda mattinata. Ampie schiarite in serata. Domenica: Cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, con temporanei addensamenti sulle aree orientali della regione. Locali banchi di nebbia in prima mattinata tra le pianure del bolognese e del ferrarese, ma in rapido sollevamento.

Temperature: in diminuzione, con minime progressivamente in calo tra 1 e 4 gradi, con locali gelate; massime tra 10 e 13 gradi. Venti: inizialmente deboli e di direzione variabile con brezze lungo la costa, tendenti a riforzare temporaneamente fino a divenire moderati orientali tra mare e costa. Mare: con moto ondoso in aumento, da poco mosso a mosso.

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione