Indietro
domenica 26 settembre 2021
menu
Le previsioni di Meteoroby

Fine settimana con freddo e cielo coperto

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 15 gen 2021 08:31 ~ ultimo agg. 12:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Stiamo attraversando i giorni più freddi dell’anno e l’inverno da prova di sé per mezzo di impulsi capaci di portare sul nostro Paese un cospicuo calo delle temperature. La nostra regione ancora una volta si troverà in un zona di confine, dove una circolazione prevalentemente nordoccidentale, sarà in grado di mantenere questa flessione – sebbene sotto i valori medi stagionali – entro i limiti minimi della deviazione standard della seconda decade di gennaio. Questo – spiega Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti – per far comprendere al lettore che freddo, gelo, e neve, non viaggiano di pari passo, e soprattutto non sono sinonimi.

Il settore Adriatico, quello più esposto durante il prossimo fine settimana, vedrà il passaggio in quota di una massa d’aria decisamente fredda, richiamata dal dislocamento del vortice polare che attraverserà con più nuclei di aria gelida il continente Russo-siberiano Niente temperature glaciali in vista, quindi, se non la probabilità di qualche valore estremo in alto Appennino, ma un clima rigido “semplicemente” invernale, con minime che sulle pianure potranno scendere di qualche grado inferiori allo zero, mentre il calo delle massime rimarrà più contenuto con qualche grado sopra lo zero.

In fatto di precipitazioni, poco o nulla, tenuto in considerazione che si tratta di una massa d’aria continentale piuttosto secca, dovremo fare affidamento a un’altro tipo di circolazione, quella settentrionale Nord Atlantica che, pilotando diversi impulsi umidi, attraverserà l’intricato puzzle sinottico determinando un cedimento dell’alta pressione. In questo frangente, la formazione di veloci perturbazioni lungo il tirreno centro-meridionale, sarà l’occasione per il transito di corpi nuvolosi in Emilia-Romagna, favorendo sporadici fenomeni precipitativi e qualche debole nevicata sulle pianure romagnole in vista di domenica pomeriggio.

Venerdì: ritroveremo una nuvolosità estesa e in aumento su tutta la regione con cieli da nuvolosi a coperti. Qualche fiocco di neve sparso sull’Appennino emiliano nelle prime ore del mattino, fino ad interessare le quote collinari occidentali e con fenomeni misti a pioggia sulle relative pianure. Nel corso del pomeriggio saranno probabili deboli e isolati fenomeni precipitativi sulla Romagna, nevosi al di sopra dei 6-700 metri. Pioviggini possibili anche nel riminese con apporti decisamente scarsi. In serata attenuazione della nuvolosità a partire dal settore orientale. Sabato: all’insegna del bel tempo e con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, salvo annuvolamenti al mattino sulla bassa Romagna ma in progressivo diradamento. Tendenza ad un aumento della nuvolosità in serata a partire da ovest. Domenica: nubi su tutta la regione, per cieli da nuvolosi a molto nuvolosi, possibili deboli e isolati fenomeni nevosi sparsi e di scarsa consistenza fin sulle pianure, più probabile tra Est Emilia e Romagna. Non è escluso qualche fiocco coreografico anche sul riminese. Tendenza ad attenuazione della copertura nuvolosa dalla tarda serata.

Temperature: minime in progressiva diminuzione con valori a fine periodo compresi tra -4°C delle pianure interne e 0°C delle coste, con estese gelate al mattino. Massime in calo, fino a valori compresi tra 2°C e 5°C. Venti: inizialmente tra il debole e il moderato provenienti da est-nord-est, con locali e temporanei rinforzi in mare aperto, successiva rotazione da quadranti meridionali, per poi divenire deboli a tratti moderati di direzione variabile. Mare: tra il mosso e il molto mosso in rapida attenuazione verso fine periodo.

Altre notizie
Notizie correlate
Meteo Rimini
booked.net