Indietro
menu
Ricorso di alcuni genitori

Chiusura scuole, Tar sospende l'ordinanza della Regione

In foto: un'aula vuota
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 15 gen 2021 11:42 ~ ultimo agg. 15:23
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il Tar dell’Emilia-Romagna sospende l’efficacia dell’ordinanza dell’8 gennaio con cui il presidente Stefano Bonaccini ha disposto la didattica a distanza al 100% per le scuole superiori fino al 23 gennaio. Il ricorso era stato presentato da 21 genitori ed è stato accolto.

Secondo il Tar tale ordinanza – riporta l’Ansa – comprime in “maniera eccessiva”, “immotivatamente” e “ingiustificatamente”, il “diritto degli adolescenti a frequentare di persona la scuola quale luogo di istruzione e apprendimento culturale nonché di socializzazione, formazione e sviluppo della personalità”. «eccesso di potere per insufficienza ed illogicità di motivazione e difetto di istruttoria». Nel provvedimento «non vi è riferimento a dati o indici specificamente e univocamente attinenti al settore della scuola secondaria di secondo grado».
A questo punto il ritorno degli studenti a scuola al 50%, come previsto dal decreto legge del 5 gennaio, potrebbe avvenire da lunedì.
 Due giorni fa anche il Tar della Lombardia aveva sospeso analoga ordinanza emessa dalla Regione.
Alle 15 di oggi è convocata una conferenza stampa alla quale saranno presenti il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, l’assessore regionale alla Scuola, Paola Salomoni, e l’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini.
Meteo Rimini
booked.net