Indietro
menu
Miglioramento fondali

Rimozione scogliera San Giuliano, lavori quasi ultimati

In foto: i lavori di rimozione della scogliera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 26 nov 2020 14:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono in dirittura d’arrivo i lavori per la rimozione della scogliera di San Giuliano. Tra una decina di giorni, salvo avverse condizioni del mare che già la scorsa settimana hanno interrotto l’intervento, si concluderà la prima fase del progetto. Obiettivo, il miglioramento delle caratteristiche dei fondali.

I lavori di salpamento, con la rimozione della scogliera a “L” di San Giuliano, puntano a migliorare la circolazione delle acque e rendere più profondi i fondali. Gli scogli rimossi vengono utilizzati per il consolidamento della scogliera radicata al molo di levante della darsena e in parte per la sponda destra del deviatore Marecchia.

La scogliera presente tra la foce del deviatore Marecchia e il porto turistico di Rimini, nel corso degli anni, ha inciso sulla conformazione della spiaggia, determinando fondali bassi e favorendo la formazione di una zona di accumulo di materiali sabbiosi e limosi, trasportati dalle piene del deviatore. Questo materiale ha ostacolato il naturale ricircolo idrodinamico nel tratto dedicato alla balneazione.

Con l’inizio del nuovo anno, dopo le mareggiate e comunque prima della stagione estiva, partirà la seconda fase del progetto che comprende i lavori di rifinitura, come anche la risagomatura del fondale alla foce del Deviatore Marecchia.

Al termine dei lavori, il cui importo, per tutto il programma triennale 2020 – 2022, è di 250.000 euro, inizierà la fase di monitoraggio che, in accordo con la Regione, proseguirà per due anni, per controllare la linea di riva nella baia e verificare il raggiungimento degli obiettivi.

 
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
VIDEO