Indietro
menu
La soddisfazione di FIPE

Fondo filiera ristorazione: prorogati i termini di richiesta

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 25 nov 2020 21:10 ~ ultimo agg. 21:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

E’ arrivata oggi la conferma della proroga del termine di presentazione delle domande del bonus Fondo per la filiera della ristorazione previsto dal DL Agosto che si sposta dal 28 novembre al 15 dicembre per ottenere un contributo a fondo perduto fino ad una massimo di 10.000 euro per l’acquisto di prodotti provenienti da filiera nazionale integrale da parte delle imprese del mondo dell’Ho.re.ca, tra cui ristoranti, pizzerie, alberghi, che abbiano subìto un calo di fatturato di almeno il 25% nei mesi da marzo a giugno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Un’altra misura contenuta nello stesso Decreto che sta riscuotendo grande interesse è il “Contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nei centri storici”. In questo caso la scadenza per la presentazione della domanda è fissata al prossimo 14 gennaio e i potenziali beneficiari sono le attività localizzate nelle zone A o equipollenti del Comune di Rimini, con l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di giugno 2020 inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi realizzati nel corrispondente mese del 2019. Il contributo è erogato in percentuale alla perdita registrata con un minimo di 1.000 Euro per le persone fisiche e di 2.000 Euro per gli altri soggetti.

“Sottolineiamo inoltre come sia importante che le aziende che possono beneficiare del bonus ristorazione e che operano nel centro storico di Rimini, valutino con attenzione a quale contributo accedere in quanto le due misure non sono cumulabili”, dice il direttore di Confcommercio della provincia di Rimini, Andrea Castiglioni.

“Considerate le numerose richieste pervenute e la breve finestra temporale concessa per la presentazione delle domande – spiega il presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino – la FIPE-Confcommercio ha insistito molto affinché arrivasse una proroga dei termini per il Bonus della filiera della ristorazione: vorrei dunque ringraziare la ministra Bellanova e i dirigenti del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per aver accolto la nostra richiesta.
Per il contributo alle attività dei centri storici, la città di Rimini, per la sua capacità attrattiva rispetto ai mercati stranieri, si è collocata al quarto posto tra capoluoghi di provincia e città metropolitane nella classifica delle 29 città beneficiarie della misura a sostegno dei centri storici, scontando tuttavia l’anomalia per la quale le attività della zona mare non posso accedere al contributo. Abbiamo evidenziato tale stortura unitamente alla necessità di estendere questa misura a tutti i Comuni ad alta vocazione turistica della nostra provincia.
Parliamo di cifre che non possono essere considerate esaustive delle necessità delle imprese, ma che fanno parte di una serie di sostegni che messi in fila possono aiutare almeno a pagare le utenze. Insomma, aiuti sì, sufficienti no. I nuovi provvedimenti che stanno per essere adottati, anche a livello regionale, andranno anch’essi a contribuire al ristoro delle imprese”.

 
Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini