Indietro
menu
in 18 diversi luoghi

Dal 16 novembre 30 telecamere a presidio di San Giovanni in M.

In foto: repertorio
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 2 nov 2020 14:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Entrerà in funzione il 16 novembre l’impianto di video sorveglianza di San Giovanni in Marignano. Dotato di 30 telecamere dislocate in 18 luoghi, prevede la pressoché totale copertura del  territorio comunale grazie alla combinazione tra sistema Targa System e Videosorveglianza ambientale. Ha avuto un contributo statale a copertura del 40% del costo di realizzazione, 108.000 euro su un totale di 270.000. Saranno a breve individuati altri 4 siti.

E’ pensato per contrastare ogni forma di illegalità, ad aumentare la percezione di sicurezza ma anche promuovere il rispetto del decoro urbano. Le telecamere sono già state installate, si sta lavorando alla centrale operativa e alla formazione degli Agenti di Polizia Locale. Saranno vigilate banche, ufficio postale, intersezioni, piazza e il Targa System riesce ad analizzare tutti i mezzi in entrata e uscita dal comune.

Per esempio nel caso succeda un sinistro il cui responsabile si dia alla fuga o anche una rapina, sarà possibile individuare l’autore del fatto anche con soli due numeri di targa o con la descrizione del veicolo, perché il sistema, se interrogato, potrà fornire tutte le targhe in transito corrispondenti ai criteri di ricerca. Gli agenti saranno forniti di due tablet e da remoto potranno verificare le coperture assicurative e le revisioni. Anche i privati potranno aderire al progetto acquistando e conferendo in uso alla Polizia Locale punti di video sorveglianza (previo parere del Tavolo Provinciale di Pubblica Sicurezza). In ogni caso le telecamere non potranno riprendere luoghi privati ed il trattamento dovrà avvenire in forma anonima (salvo ovviamente la necessità di accertare reati o sanzioni amministrative).

Si tratta – spiega l’amministrazione – di un deciso passo in avanti per la sicurezza dei cittadini marignanesi che arriva grazie ad un lavoro continuativo di analisi delle necessità e risposte concrete in concertazione con il territorio. Ringraziamo particolarmente la Tenenza dei Carabinieri di Cattolica ed in particolare il Ten. Antonino Miserendino per il supporto e la collaborazione costante in questo importante progetto. Il 25 novembre, impegni istituzionali del Prefetto permettendo, inaugureremo questo sistema alla presenza del nuovo Prefetto Folrenza e del Tenente Miserendino”.