Indietro
menu
Eventi da salvare

Covid. Il sindaco Tosi chiede regole certe per salvare gli eventi di Natale

In foto: Renata Tosi negli studi di Icaro Tv
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 2 ott 2020 17:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con la proroga dello stato d’emergenza al 31 gennaio e una situazione epidemiologica continuamente da monitorare, anche gli eventi del Natale e Capodanno restano in bilico. Eppure, dopo una estate molto complicata, sarebbero una boccata d’ossigeno per il turismo. Così il sindaco di Riccione Renata Tosi lancia un appello: “chiediamo, oggi che siamo all’inizio di ottobre e non domani che sarebbe troppo tardi, di poter avere regole certe per programmare quel che resta da programmare. Per salvare gli eventi di Natale e il Capodanno, con le cautele e restrizioni, ma sicuri e certi di poterli fare.” Per quanto riguarda le risorse destinate alla zona rossa, che sembrano poter essere destinati anche alla provincia di Rimini, il sindaco Tosi auspica la convocazione di un tavolo in provincia dove “condividere la ripartizione delle risorse in un’ottica di comune partecipazione e trasparenza“.

L’intervento del sindaco Renata Tosi

“Siamo già arrivati al 2021, con l’emergenza che va avanti più in fretta di noi senza curarsi di quale disastro si lascia alle spalle.! In questo modo rischiamo di mettere in discussione anche tutto il periodo delle feste natalizie, che per noi a Riccione, ma per tutta la Romagna, la provincia di Rimini, sarebbe dovuto diventare la ricompensa per ciò che si è perso in estate. Ancora una volta chiediamo, oggi che siamo all’inizio di ottobre e non domani che sarebbe troppo tardi, di poter avere regole certe per programmare quel che resta da programmare. Per salvare gli eventi di Natale e il Capodanno, con le cautele e restrizioni, ma sicuri e certi di poterli fare. Questo è l’appello di Riccione al quale dovrebbe unirsi tutta la Romagna e tutte le città che vivono come noi di programmazione turistica. Gli eventi natalizi e un Capodanno, con la mascherina obbligatoria anche all’aperto, si possono e si devono poter organizzare perché – lo ricordiamo – c’è ancora una volta tutta un’economia in ballo. Per questo abbiamo dato il via al progetto Riccione Winter, che permetterà ai pubblici esercizi di utilizzare al meglio gli spazi esterni, ma per gli operatori del settore dell’intrattenimento mancano ancora chiarezza e certezza.

Agli operatori dei pubblici esercizi voglio ricordare che rispettare le regole come distanziamento e mascherina, in questo momento è importante non solo perché previste dai protocolli sanitari nazionali e regionali, ma perché solo con tale rispetto ci daremo la possibilità di lavorare nella stagione invernale. Manteniamo quindi alta l’attenzione.

Certezza e trasparenza servono anche per quanto riguarda i finanziamenti per la zona rossa. Soldi che spettano al territorio dopo i tanti sacrifici. Sentiamo approssimarsi una soluzione positiva, quindi Riccione si attende al più presto di essere convocata ad un tavolo provincia ove condividere, con gli altri Comuni della Provincia di Rimini, la ripartizione delle risorse in un’ottica di comune partecipazione e trasparenza”.