Indietro
menu
Collaudo: Metromare sospeso

Trasporto scolastico. Santi: correttivi in arrivo, corse implementate

In foto: Riziero Santi
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 17 set 2020 13:50 ~ ultimo agg. 18 set 10:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche il presidente della provincia Riziero Santi interviene nel dibattito sul trasporto scolastico dopo le proteste arrivate da genitori e studenti per via di corse troppo affollate. “Il rischio zero è impossibile” premette, ma “lo scuolabus non è meno sicuro di altri luoghi dove i ragazzi si ritrovano abitualmente, fra amici, in famiglia, nella vita di tutti i giorni”. In mattinata si è svolta una riunione tra istituzioni e aziende per studiare criticità e soluzioni. “Saranno presi – dice Santi – tutti i correttivi necessari in coordinamento con le scuole, compresa l’implementazione delle corse, anche di Metromare che in questa fase mostra tutta la sua utilità e potenzialità”. Proprio il Metromare però sarà sospeso per collaudi dal 21 al 25 settembre: “ il servizio sarà comunque garantito dal potenziamento delle linee 124 e 11″ spiega il presidente annunciando anche l’ulteriore potenziamento sulla linee per Novafeltria e Morciano e una corsa bis alle 12.10 anche sulla sulla linea Metromare.

L’intervento di Riziero Santi

Dal 14 settembre 35 mila studenti si stanno muovendo ogni giorno nel tragitto casa-scuola e ritorno. Start gestisce 6.024 corse quotidiane, aggiungendo ogni giorno 235 corse bis con 16 mezzi in più e altre corse alla bisogna. Rischio zero? Impossibile.

Qual è il livello di rischio del trasporto scolastico? Il trasporto scolastico è organizzato nel rispetto delle norme vigenti. Tempi di percorrenza, 80% di riempimento, assembramenti. Sono state implementate corse aggiuntive per il 20% per rispondere al 100% dell’utenza, sono stati predisposti la segnaletica e le informazioni comportamentali, gli igienizzanti a bordo e gli steward.

Siamo a quattro giorni dall’inizio della scuola, con orari scolastici ancora fluttuanti, ai quali vanno tarate le corse del trasporto scolastico.

Che dire e che fare? Dico che siamo in emergenza Covid, dico che la scuola è il luogo più sicuro dove possano trovarsi i ragazzi. Lo scuolabus non è meno sicuro di altri luoghi dove i ragazzi si ritrovano abitualmente, fra amici, in famiglia, nella vita di tutti i giorni. Cosa deve fare l’utente per contribuire a migliorare la situazione? Se e fino a quando è possibile, scegliere mezzi di trasporto alternativi, come bici e scooter, per decongestionare le corse; igienizzarsi le mani; indossare la mascherina; evitare assembramenti alla salita e alla discesa dai bus, tenendo per tutto il tempo possibile la distanza di un metro. Gli steward vigilano su questo.

Detto questo, posso assicurare che le istituzioni e le aziende, riunite anche stamani insieme per studiare criticità e soluzioni, stanno monitorando la situazione in tempo reale e saranno presi tutti i correttivi necessari in coordinamento con le scuole, compresa l’implementazione delle corse, anche di Metromare che in questa fase mostra tutta la sua utilità e potenzialità. In queste ore è stato deciso un ulteriore potenziamento sulla linee per Novafeltria e Morciano di Romagna (una ulteriore corsa bis nell’orario di uscita dalle scuole) e sulla linea Metromare con una corsa bis alle 12.10. Nei giorni di sospensione per collaudo di Metromare, dal 21 al 25 settembre inclusi, il servizio sarà comunque garantito dal potenziamento delle linee 124 e 11.”

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
FOTO