Indietro
menu
dal 5 al 12 settembre

La poesia bene essenziale. A Santarcangelo apre il "Cantiere poetico"

In foto: la presentazione (foto Newsrimini)
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 1 set 2020 15:45 ~ ultimo agg. 19:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il manifesto firmato da Eron è chiaro: la poesia è un bene essenziale, come acqua, luce e gas. Con questa premessa parte a Santarcangelo la sesta edizione di cantiere poetico, in programma dal 5 al 12 settembre. In un luogo in cui la poesia fa parte del DNA si cerca di farla diventare patrimonio condiviso per tutte le età. “L’appuntamento – ha spiegato il sindaco Alice Parma – è un’occasione per ritrovarci, partendo da ciò che siamo stati, per costruire insieme ciò che potremo essere in futuro. Un’occasione per ri-immaginare insieme una città post pandemia che si esprimerà già nel prologo del 4 settembre, frutto della chiamata pubblica Manifesto per le città, omaggio a Tonino Guerra e ai suoi sette messaggi al Sindaco”. Tra gli artisti attesi Alessandro Bergonzoni, Milo De Angelis, Mariangela Gualtieri, Lodo Guenzi, Ermanna Montanaricon la poesia – ha sottolineato la Parma – che è trasversale e parla linguaggi diversi“.

Non è stato affatto facile immaginare questa sesta edizione – ha detto Fabio Biondi, curatore Cantiere Poetico -. Abbiamo pensato, ripensato, sbagliato più volte ma quando siamo arrivati all’idea, al concetto di muoverci Verso le poesie che ci circondano abbiamo trovato da parte degli artisti una grande generosità. Il programma del Cantiere poetico non è una somma di spettacoli preconfezionati, ma è frutto di un dialogo profondo con le persone coinvolte, un lavoro partecipato per la costruzione e ricostruzione dell’anima poetica che da sempre caratterizza questa città”

L’edizione ricorderà con eventi speciali Tonino Guerra, nel centenario della nascita e Luis Sepulveda. Al centro di ogni appuntamento la parola e il linguaggio come ispirazione per la comunità. “Ci ha stupito – ha spiegato Biondi – la grande partecipazione ai lavori del Cantiere da parte della comunità. Le chiamate pubbliche – Manifesto per le città e omaggio a Luis Sepulveda – hanno infatti riscontrato tantissime richieste ed evidenziato un grande bisogno di tornare vicini emotivamente, di sentirsi insieme. La poesia è proprio il tramite in grado di esprimere al meglio esigenze universali: per questa ragione partiamo da Santarcangelo per lanciare un messaggio che speriamo arrivi lontano”.

Il programma su www.cantierepoetico.org.

 

Notizie correlate
di Redazione