Indietro
menu
Un decesso nel parmense

Coronavirus. Sette casi a Rimini, Regione stabile ma pochi tamponi

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
lun 21 set 2020 17:43 ~ ultimo agg. 22 set 12:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo lo zero di domenica, oggi a Rimini si registrano sette nuovi casi di coronavirus, di cui quattro sintomatici. Sono cinque donne e due uomini; tutti in isolamento domiciliare. Sono tutti adulti, non risultano minori. Tre casi sono emersi a seguito di contact tracing famigliare (di due differenti nuclei); uno a seguito di rientro dalla Sardegna e tre per sintomi. Si sono inoltre verificate quattro guarigioni di residenti.

In Regione i nuovi casi sono 116 (uno in più di ieri) ma su 5mila tamponi (ieri erano 7.500). 60 gli  asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei 116 nuovi casi, 68 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 65 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti.

Sono 18 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 4. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36 anni.

Su 60 nuovi asintomatici, 41 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 14 attraverso i test per categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero, 2 grazie agli screening sierologico, mentre per 1 caso l’indagine epidemiologica è ancora in corso. Purtroppo, si registra un nuovo decesso: un uomo di 96 anni della provincia di Parma.

Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Modena (23), Bologna (20), Ravenna (17), Reggio Emilia (12) e a Forlì (11).

I tamponi effettuati sono 5.024, per un totale di 1.090.435. A questi si aggiungono anche 2.329 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.618 (89 in più di quelli registrati ieri).

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.428 (87 in più rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva sono 23 (+4 rispetto a ieri), mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 167 (-2).

Le persone complessivamente guarite hanno raggiunto quota 25.361 (+26 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 25.354 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.967 a Piacenza (+8, di cui 2 sintomatici), 4.193 a Parma (+8, di cui 7 sintomatici), 5.704 a Reggio Emilia (+12, di cui 10 sintomatici), 4.824 a Modena (+23, di cui 6 sintomatici), 6.115 a Bologna (+20, di cui 12 sintomatici), 553 a Imola (+1, non sintomatico), 1.395 a Ferrara (+7, di cui 3 sintomatici), 1.746 a Ravenna (+17, di cui 6 sintomatici), 1.307 a Forlì (+11, di cui 5 sintomatici), 1.099 a Cesena (+2, di cui 1 sintomatico), 2.553 a Rimini (+7, di cui 4 sintomatici).

In provincia di Modena, su 23 nuovi positivi, 5 sono stati individuati al rientro dall’estero (3 dal Marocco, 1 dalla Turchia, 1 dall’Ucraina), 15 nuovi contagi sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti, 3 infine sono stati classificati come sporadici.

A Bologna e provincia sono 20 i nuovi casi positivi: 12 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, tutti nell’ambito di focolai già noti, 7 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing mentre 1 caso è stato diagnosticato grazie ai controlli pre-ricovero nelle strutture ospedaliere.

In provincia di Ravenna su 17 nuovi casi, 10 casi sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti in ambito familiare, 6 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 1 è infine legato a un rientro dall’estero (Moldavia).

A Reggio Emilia e provincia sono 12 i nuovi casi: 5 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti in ambito familiare, 1 è stato diagnosticato al rientro dall’estero (Paesi Bassi), 1 caso è riconducibile a una scuola mentre 5 sono stati classificati come sporadici.

A Forlì su 11 nuovi casi, 3 sono stati identificati al rientro dall’estero (Tunisia, Ucraina e Moldavia) e 8 risultano contatti di casi già noti, di cui 6 in ambito lavorativo.