Indietro
menu
Quasi tutti studenti

Rimborsi. Da Start Romagna 4.700 voucher in una settimana

In foto: un mezzo Start Romagna
di Maurizio Ceccarini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 18 ago 2020 12:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono già più di 4.700, oltre il 18 per cento degli aventi diritto, i voucher rilasciati da Start Romagna nella prima settimana di apertura delle procedure online di rimborso per gli abbonamenti mensili o annuali non goduti durante il lockdown causato dal Covid.

Il portale predisposto da Start Romagna sta rispondendo alle richieste pervenute e il servizio customer, potenziato per le esigenze dell’operazione, sta supportando in tempi strettissimi i clienti che hanno necessità di informazioni sui requisiti necessari per l’ottenimento del voucher e quelli che hanno difficoltà nella compilazione del form online.

Degli oltre 4.700 voucher rilasciati, più di 4.600 si riferiscono ad abbonamenti studenti. Sono invece circa 20mila gli accessi della settimana alla pagina online dedicata e migliaia le telefonate e mail ricevute dai 12 operatori presenti al call center e formati da Start Romagna.

Per richiedere le richieste c’è tempo fino al 30 novembre 2020 (le modalità sul sito https://www.startromagna.it/coronavirus/), i voucher potranno essere spesi entro un anno dalla loro emissione e a partire dal 26 agosto, quando si avvierà la vendita degli abbonamenti per l’anno scolastico 2020-2021.

Hanno diritto al rimborso, secondo quanto previsto dal Decreto Rilancio (n.128 del 19.5.2020, art. 215) e dalle successive disposizioni regionali, gli abbonati mensili (in questo caso la richiesta va presentata presso i Punto Bus di Start Romagna) ed annuali, studenti e lavoratori, che non hanno potuto usufruire dei rispettivi abbonamenti durante il periodo del lockdown. In particolare, per gli studenti il periodo è quello compreso tra il 23 febbraio ed il 3 giugno 2020, mentre per i lavoratori va dall’8 marzo al 17 maggio 2020.

Non è previsto rimborso per i biglietti di corsa semplice e i carnet (multicorsa) validi sui bus urbani ed extraurbani in quanto per questi titoli di viaggio impersonali non è prevista una scadenza di utilizzo.

Il periodo di mancato utilizzo del trasporto pubblico deve essere continuativo: non è ammesso il rimborso per periodi caratterizzati dall’occasionale utilizzo dei mezzi, per esempio nei casi in cui lo smart working sia stato intermittente, o qualora lo studente abbia comunque utilizzato il servizio nel periodo indicato per i suoi spostamenti al di fuori del percorso casa scuola. Le dichiarazioni fatte dai clienti attraverso il form da compilare saranno oggetto di controlli da parte dell’azienda.

Per quanto riguarda gli abbonamenti ai servizi Scuolabus rilasciati su tessera Start Romagna (Comune di Rimini), il rimborso sarà definito dall’ amministrazione comunale.

 

Notizie correlate
di Redazione