Indietro
menu
Rientri dall'estero, il caso

Tampone da chiedere entro 48 ore: Niente quarantena durante l'attesa?

In foto: Raffaele Donini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 13 ago 2020 16:35 ~ ultimo agg. 18:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il chiarimento arriva dall’Assessore Regionale alla Salute Raffaele Donini. Per i rientri da Croazia, Grecia, Malta e Spagna non ci sarà quarantena nel tempo di attesa per il tampone e nemmeno per l’attesa dell’esito, perchè si tratta di una indagine epidemiologica.

La Regione stamattina ha fatto il punto con il Ministero della Salute su  alcuni aspetti dell’ordinanza emanata ieri, che segue quella che era già stata introdotta dalla Regione martedì 11 agosto sui rientri da quei paesi (vedi notizia).

Trattandosi di indagine epidemiologica non si prevede l’isolamento fiduciario della persona né per quanto riguarda il periodo di attesa per essere sottoposto a tampone, né per quanto riguarda l’attesa di ricevere l’esito del test. Resta confermato l’obbligo di informare le autorità sanitarie dell’arrivo da quei Paesi, per essere poi sottoposti al test.

Così scrive la Regione nel suo chiarimento. Ma a leggere l’ordinanza del Ministro Speranza, si ritrova una dicitura opposta, ovvero che  in attesa di sottoporsi al test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora. Si presume che la questione sia oggetto di ulteriori chiarimenti nelle prossime ore. Al momento non risultano controrepliche dal Ministero della Salute. 

E L’Ausl Romagna in una nota chiarisce ulteriormente le modalità per il rientro e la richiesta del tampone. Ci sono infatti diverse possibilità:

  • Obbligo di presentare al vettore all’atto dell’imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare controlli, l’attestazione di aver effettuato, nelle 72 ore antecedenti l’ingresso sul territorio nazionale, un tampone risultato negativo;
  • Obbligo di sottoporsi a tampone al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine se possibile;
  • Obbligo di comunicare al Dsp di riferimento dell’Ausl il proprio rientro per effettuare, entro 48 ore, un tampone.

Per dar corso a questa terza modalità, l’Ausl Romagna mette a disposizione i seguenti riferimenti per la Provincia di Rimini:

339/7720079 – 3356424263in orari ufficio o mail a estero.rn@auslromagna.it

Notizie correlate
di Redazione