Indietro
menu
A bellaria Igea Marina

Irregolarità nel locale dei narghilè. Sanzionato il titolare

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 14 ago 2020 11:38 ~ ultimo agg. 13:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì sera intorno alle 23 il personale del posto di Polizia in servizio a Bellaria Igea Marina, insieme a personale della Divisione Amministrativa della Questura di Rimini e a due equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo”, hanno provveduto ad un controllo amministrativo di un bar in via Perugia. Durante l’attività di controllo sono state identificate 22 persone di cui 16 stranieri, presenti all’interno del locale, tra i quali c’erano diversi pregiudicati.

Dall’ispezione sono emerse diverse irregolarità.Che hanno, tra l’altro, portato il personale operante al sequestro amministrativo di 15 confezioni di Melassa contenente tabacco, utilizzata per i “Narghilè” presenti sui tavoli e in uso alla clientela, in quanto privi dell’obbligatorio sigillo e marchio dei Monopoli di Stato, del marchio CEE e della traduzione in italiano. Al titolare della licenza, un cittadino marocchino, è stata contestata, tra l’altro la mancata presenza all’interno del locale dell’alcoltest e dell’estintore, la mancata autorizzazione alla diffusione di musica nell’area esterna antistante l’esercizio e la mancanza dei D.P.I., obbligatoriamente previsti dalla normativa in materia di prevenzione Covid-19.

L’aria all’interno del locale, nello specifico nella zona meno vicina alla parete esterna lasciata aperta, risultava satura di fumo e apertamente in contrasto con la normativa che, dal 2015 impone tale divieto nei locali pubblici. La merce irregolare di tabacchi lavorati esteri, sequestrata in via amministrativa, una volta repertata è stata presa in carico dal “Nucleo Operativo” del Comando provinciale della guardia di finanza di Rimini, competente in materia, che ha redatto a carico del titolare del bar il verbale da 2.383 euro. Il quantitativo di “Melassa” sarà preso in carico dall’Agenzia delle dogane e Monopoli di Bologna.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione