Indietro
menu
Dopo il caos di sabato notte

Il chiringuito Dune chiarisce: troppi ragazzi e troppe bottiglie comprate fuori

In foto: Adriapress
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 17 ago 2020 13:28 ~ ultimo agg. 15:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A seguito di quanto accaduto sabato notte, con l’intervento delle forze dell’ordine per gestire il deflusso dei troppi ragazzi presenti alla festa in spiaggia (vedi notizia), lo staff del chiringuito “Dune” di Viserba con un post su Facebook chiarisce alcuni aspetti della vicenda. Smentendo anche che ci siano stati ragazzi in coma etilico.

“Abbiamo deciso di nostra spontanea volontà di spegnere la musica e fare finire il nostro evento di ferragosto. Ci siamo trovati in una situazione non più gestibile a causa dei troppi ragazzi presenti. Abbiamo sempre lavorato con 13 addetti alla sicurezza e con ambulanza pronta sulla strada pronta a intervenire per qualsiasi inconvenienza!.

Il bar ha sempre lavorato facendo passare una persona per volta seguendo le norme imposte con una regolare entrata e uscita! E ci teniamo a ribadire ancora una volta che noi controlliamo i documenti a chiunque si presenti al bancone!
I nostri addetti alla sicurezza sequestravano centinaia di bottiglie di vetro comprate esternamente al locale!
Nessuno dei nostri clienti si è trovato in coma etilico come riportato, tutti gli inconvenzienti venivano risolti tempestivamente dai nostri steward o dalla nostra ambulanza!
Il chiringuito Dune non farà più nessun tipo di festa e evento serale con dj set!”

Notizie correlate
di Redazione